Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: deduzione professionista

  1. #1
    Oreste è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    56

    Predefinito deduzione professionista

    Buongiorno a tutti, vorrei chiedervi se per dedurre le spese dell'auto di un professionista è necessario che l'auto (acquistata prima dell'apertura della partita iva) sia inserita nel registro dei cespiti ammortizzabili.

    Grazie

  2. #2
    LUCIA è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    49

    Smile

    Essendo, mi sembra di capire, un professionista singolo che opera di fatto come ditta individuale puoi dedurre le spese perchè di fatto apporti l'auto a te intestata acquistata prima dell'inizio dell'attività professionale senza doverla iscrivere nel registro dei beni ammortizzabili. resta inteso che non potrai dedurre gli ammortamenti ma solo il carburante, le manutenzioni ecc..

  3. #3
    Oreste è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    56

    Predefinito

    Grazie !!
    Ho fatto questa domanda perchè ho sentito dire il contrario.
    E purtroppo non ci sono norme di legge che dicono se devi o meno inserire l'auto tra i cespiti ai fini del riconoscimento dei costi accessori (ovviamente escluso l'ammortamento).
    Se qualcuno vuole aggiungere il proprio parere mi fa una grande cortesia.
    Grazie ancora
    Ultima modifica di Oreste; 02-02-07 alle 12:56 PM

  4. #4
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Oreste Visualizza Messaggio
    Grazie !!
    Ho fatto questa domanda perchè ho sentito dire il contrario.
    E purtroppo non ci sono norme di legge che dicono se devi o meno inserire l'auto tra i cespiti ai fini del riconoscimento dei costi accessori (ovviamente escluso l'ammortamento).
    Se qualcuno vuole aggiungere il proprio parere mi fa una grande cortesia.
    Grazie ancora
    Secondo me esiste una alternativa.
    I più anziani ricorderanno il dpr 689/74 che consentiva di inserire un bene strumentale prima appartenuto alla sfera privata, valutandolo in base al prezzo originario di acquisto depurato dalle quote ordinarie di ammortamento già decorse, oppure valutandolo in base al prezzo corrente al momento del passaggio dalla sfera privata all'attività svolta.
    Quindi il professionista che inizia la propria attività l' 1.1.2007 e che possiede già una autovettura privata ha due possibilità:
    = se ad esempio ha acquistato l'autovettura nel 2005 per 15.000 euro, registrerà come acquisto (autoconsumo inverso) sia l'autovettura per 15.000 sia le quote di ammortamento 25% degli anni 2005 e 2006 per 7.500 euro;
    = se non ha alcun documento per dimostrare il prezzo pagato all'origine, può valutare l'autovettura al prezzo di mercato al 31.12.2006 (quattroruote, ecc.);
    = va comunque tenuto presente che se l'autovettura è nuova si può fare riferimento al documento rilasciato dal venditore (fattura o dichiarazione attestante il valore trascritto sul registro dei corrispettivi), mentre se l'autovettura è usata si può fare riferimento all'atto di vendita.
    Nell'esempio di cui sopra, gli ammortamenti 2007 e 2008 possono essere portati in deduzione nella nuova misura prevista dalle leggi vigenti.
    Ciao

  5. #5
    vill2710 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    12

    Predefinito

    Io invece ho l'abitudine di stipulare un contratto di comodato gratuito tra la persona fisica ed il professionista, magari con data certa, attribuendo un valore al bene (preso da quattroruote), ed inserirlo in questo caso come strumentale all'attività tra i beni rilevanti ai fini degli Studi di settore.
    Ovviamente non porto in deduzione gli ammortamenti ma sono più tranquillo per rilevare i coti di gestione del mezzo (assicurazione, carburanti, bollo...) e per l'incidenza sugli Studi di settore.
    Saluti

  6. #6
    Oreste è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    56

    Predefinito

    Ti ringrazio speedy, ma non capisco l'attinenza con l'obbligo o meno di indicare l'auto nel libro cespiti per avere la deduzione di carburante, assicurazione ecc.
    Mi spieghi meglio? Sembra che tu abbia voluto dire un'altra cosa: che ha a che fare con le auto, ma non con il mio quesito.
    grazie in ogni caso per l'intervento.

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Secondo me esiste una alternativa.
    I più anziani ricorderanno il dpr 689/74 che consentiva di inserire un bene strumentale prima appartenuto alla sfera privata, valutandolo in base al prezzo originario di acquisto depurato dalle quote ordinarie di ammortamento già decorse, oppure valutandolo in base al prezzo corrente al momento del passaggio dalla sfera privata all'attività svolta.
    Quindi il professionista che inizia la propria attività l' 1.1.2007 e che possiede già una autovettura privata ha due possibilità:
    = se ad esempio ha acquistato l'autovettura nel 2005 per 15.000 euro, registrerà come acquisto (autoconsumo inverso) sia l'autovettura per 15.000 sia le quote di ammortamento 25% degli anni 2005 e 2006 per 7.500 euro;
    = se non ha alcun documento per dimostrare il prezzo pagato all'origine, può valutare l'autovettura al prezzo di mercato al 31.12.2006 (quattroruote, ecc.);
    = va comunque tenuto presente che se l'autovettura è nuova si può fare riferimento al documento rilasciato dal venditore (fattura o dichiarazione attestante il valore trascritto sul registro dei corrispettivi), mentre se l'autovettura è usata si può fare riferimento all'atto di vendita.
    Nell'esempio di cui sopra, gli ammortamenti 2007 e 2008 possono essere portati in deduzione nella nuova misura prevista dalle leggi vigenti.
    Ciao

  7. #7
    Oreste è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    56

    Predefinito

    In sostanza, mi stai dicendo che quest'obbligo c'è, allora.
    Giusto ?

    Citazione Originariamente Scritto da vill2710 Visualizza Messaggio
    Io invece ho l'abitudine di stipulare un contratto di comodato gratuito tra la persona fisica ed il professionista, magari con data certa, attribuendo un valore al bene (preso da quattroruote), ed inserirlo in questo caso come strumentale all'attività tra i beni rilevanti ai fini degli Studi di settore.
    Ovviamente non porto in deduzione gli ammortamenti ma sono più tranquillo per rilevare i coti di gestione del mezzo (assicurazione, carburanti, bollo...) e per l'incidenza sugli Studi di settore.
    Saluti

  8. #8
    vill2710 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    12

    Predefinito

    E' un bene strumentale impiegato per lo svolgimento dell'attività, quindi da evidenziare ai fini degli Studi di settore.
    Inoltre ti evita problemi in un'eventuale contenzioso con il fisco che magari ti recupera i costi sostenuti. Quindi il mio ragionamento è più cautelativo.
    Saluti

  9. #9
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Oreste Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio speedy, ma non capisco l'attinenza con l'obbligo o meno di indicare l'auto nel libro cespiti per avere la deduzione di carburante, assicurazione ecc.
    Mi spieghi meglio? Sembra che tu abbia voluto dire un'altra cosa: che ha a che fare con le auto, ma non con il mio quesito.
    grazie in ogni caso per l'intervento.
    Io mi riferivo a quanto previsto dall'articolo 65 del TUIR (che richiama il dpr 689 del 1974) ed all'articolo 14 del dpr 7.12.2001 numero 435.
    Quindi è consentito al contribuente di trasferire un bene strumentale dalla sfera privata a quella imprenditoriale o professionale, seguendo i criteri di valutazione indicati dall'articolo 65 TUIR.
    Per quanto riguarda invece il registro dei beni ammortizzabili, se il contribuente vuole dedurre quote di ammortamento deve annotare il cespite o su tale registro o in alternativa sul registro iva acquisti o sul libro giornale (come previsto dal dpr 435/2001).
    Se l'autovettura è molto vecchia e posseduta da oltre quattro anni non è più ammortizzabile (salvo valutazione al prezzo corrente) e seguirei allora quanto suggerito da VILL2710, cioè contratto di comodato per dedurre soltanto i costi di esercizio. Non bisogna infatti dimenticare che un bene trasferito dalla sfera privata a quella imprenditoriale poi al momento della successiva cessione provoca una plusvalenza tassabile.
    In conclusione quindi, procedura con gli ammortamenti solo se ve ne è la convenienza, altrimenti contratto di comodato.
    Ciao

  10. #10
    Oreste è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    56

    Predefinito

    Grazie ancora poer la risposta, innanzitutto.
    La mia domanda era finalizzata a sapere se c'è l'obbligo, non a conoscere il comportamento più prudente, che ovviamente è quello di annotare l'auto nel registro beni ammortizzabili.
    In base a quello che mi hai detto tu, l'obbligo non c'è. O sbaglio ?

    Citazione Originariamente Scritto da vill2710 Visualizza Messaggio
    E' un bene strumentale impiegato per lo svolgimento dell'attività, quindi da evidenziare ai fini degli Studi di settore.
    Inoltre ti evita problemi in un'eventuale contenzioso con il fisco che magari ti recupera i costi sostenuti. Quindi il mio ragionamento è più cautelativo.
    Saluti

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Deduzione IRES dell'IRAP pagata sui costi del personale e deduzione fissa 7.350 euro
    Di dott.mamo nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-05-13, 08:44 AM
  2. Passaggio deduzione da motorino a auto Professionista
    Di anakin82 nel forum AUTO E AUTOCARRI
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07-07-11, 06:28 PM
  3. deduzione costo di aggiornamento professionista minimo
    Di Silvan nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 07-03-11, 09:28 AM
  4. Deduzione IRAP IQ62: chi sono i soggetti che usufruiscono della maggiore deduzione?
    Di lupetto73 nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-06-10, 11:38 AM
  5. Deduzione 2° veicolo professionista in corso d'anno
    Di streamline nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05-03-09, 03:39 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14