Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Possibile licenziamento contratto part time tempo indeterminato

  1. #1
    carpaccio è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    6

    Predefinito Possibile licenziamento contratto part time tempo indeterminato

    Gentili Dottori, ho una compagna ed abbiamo due figli il più piccolo di otto mesi. Azienda privata, contratto di lavoro part time indeterminato 4 ore giornaliere, scadenza termini maternità facoltativa primi di ottobre c.a. Le altre dipendenti sono con meno anzianità aziendale della mia compagna, una a tempo determinato ed una a tempo indeterminato
    L'intenzione era di richiedere una aspettativa di un anno per crescere il piccolo e per poi rientrare. L'azienda ha già fatto sapere che non verrà concesso nè aspettativa nè continuazione del part time ma solo full time.
    Io so che per un anno dalla nascita del bambino il contratto non può essere cambiato, quindi può continuare altri 3 mesi a 3 ore al giorno (4 ore meno una di allattamento).
    Come mi devo comportare in questo caso?
    -Le consiglio di rientrare e poi farsi licenziare per godere di 2 assegni maternità e sussidio disoccupazione?(dovrebbe essere del 60% per i primi sei mesi e poi due mesi al 50% in più gli assegni maternità per tutti i mesi in cui c'è il sussidio..sbaglio?)
    -come ci si comporta con ferie e permessi? Vengono persi nel caso di licenziamento? Come può disporne? A scelta propria a scelta del datore di lavoro?
    -faccio una transazione e le faccio dare licenziamento?
    Mi interessa molto la questione della gestione ferie/permessi.
    Grazie a tutti e saluti!
    P.s.:avevo pensato di farla rientrare full per maggiorare la paga e quindi il sussidio di disoccupazione sarebbe stato più alto, ma una volta rientrata di certo non la licenziano loro....

  2. #2
    sala è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    468

    Predefinito

    non è facile risponderti in due righe.
    prima di tutto se parli di aspettativa non retribuita devi controllare cosa dice il contratto collettivo nazionale applicato alla tua compagna al riguardo.
    il contratto prevede l'ipotesi di aspettativa non retribuita? non conta se una ditta è privata, conta il contratto che viene applicato.

    anche sul fatto della modifica unilaterale del contratto da parte del datore di lavoro al rientro dalla maternità, perchè hanno detto questo?

  3. #3
    dani67 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Chivasso, Italy
    Messaggi
    720

    Predefinito

    Se parli di part-time a tempo indeterminato, questo contratto non ha scadenza e il part-time non scade e non può essere trasformato unilateralmente.
    Tua moglie ha diritto a rientrare nelle medesime mansioni e nel medesimo ufficio e di rimanerci fino ad un anno di età del bambino e nemmeno può essere licenziata in quel periodo.
    Oltre alla maternità poi ha diritto ai congedi parentali che, se non sbaglio, spettano fino a 10 mesi ripartiti tra i genitori fino agli 8 anni del bimbo, ma non ricordo come vanno richiesti e se possono essere consecutivi.
    Prima di tutto ti direi contratto di lavoro alla mano, leggilo bene ed eventualmente fatevi supportare dal rappresentane sindacale o dai sindacati in genere.

  4. #4
    carpaccio è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    6

    Predefinito

    Grazie per le risposte. Molte aziende credo per giustificati motivi di riorganizzazione aziendale possano fare delle variazioni contrattuali ed anche licenziare. Quando ti vogliono lasciare a casa scelgono tra cambiarti un full time in part time e viceversa. E questo è il motivo principe di questo tentativo di change contrattuale.

  5. #5
    fris è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    116

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da carpaccio Visualizza Messaggio
    Grazie per le risposte. Molte aziende credo per giustificati motivi di riorganizzazione aziendale possano fare delle variazioni contrattuali ed anche licenziare. Quando ti vogliono lasciare a casa scelgono tra cambiarti un full time in part time e viceversa. E questo è il motivo principe di questo tentativo di change contrattuale.
    Ti rispondo, non perché sia esperta di lavoro, ma per esperienza personale "subita", per cui come prima cosa anch'io ti consiglio di parlare con un esperto, "carte" alla mano ...
    Come ti è già stato risposto il contratto non può essere modificato unilateralmente, quindi se la tua compagna tiene duro non possono trasformare il part-time in full-time (e viceversa) se non ci sono entrambe le firme ... Poi è vero che possono renderle la vita molto dura, ma questo è un altro discorso ...
    Nel caso di licenziamento (giustificato, che comunque non può mai avvenire nel primo anno di vita del bambino) ferie e permessi non goduti devono essere retribuiti. C'è poi da considerare il periodo di preavviso, che deve comunque essere retribuito, sia che la dipendente lavori "normalmente" in quel periodo sia che non le venga fatto fare (mancato preavviso).
    In caso di dimissioni (che sempre nel primo anno di vita del bambino devono essere convalidate all'ufficio del lavoro e non c'è preavviso) ferie e permessi non possono essere goduti nel periodo di preavviso (salvo esplicito accordo tra le parti) ma saranno retribuiti nell'ultima busta paga.
    Forse e sottolineo forse (perché il mio è solo un ricordo) le dimissioni entro il primo anno di vita del bambino sono assimilate al licenziamento, per cui potrebbe godere dell'assegno di disoccupazione ... ripeto, su quest'ultima informazione mi ci giocherei al max un caffé ...

    Il discorso della riorganizzazione aziendale vuol dire tutto e niente: infatti l'azienda deve dimostrare che non c'erano soluzioni alternative al licenziamento, al cambiamento di mansioni ecc... In caso di contenzioso ci rimettono entrambi ... Comunque è vero che è molto semplice rendere la vita molto difficile ad una mamma con figli piccoli, per cui quasi sempre è l'azienda ad avere il coltello dalla parte del manico, ma questo già lo sai ... purtroppo ...

    In bocca al lupo a entrambi e un saluto "solidale" alla tua compagna
    Al mondo vi sono solo 10 tipi di persone. Quelle che capiscono il sistema binario e quelle che invece non lo comprendono.

  6. #6
    carpaccio è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    6

    Predefinito

    Ho parlato con un consulente e mi ha detto che se vogliono licenziarti possono farlo, di non dare le dimissioni ma di farti licenziare per godere della mobilità ed assegno disoccupazione per 6 mesi al 60% nel quale ci saranno anche gli assegni famigliari. L'ideale sarebbe ritornare full time e poi farsi licenziare perchè gli assegni si calcolano sulla busta paga quindi avresti un importo maggiorato. E comunque il contratto è intoccabile fino all'anno di vita del bambino.
    (sono spesso via quindi rispondo un po' con il contagocce)
    Grazie a tutti ancora

Discussioni Simili

  1. Licenziamento part time indeterminato
    Di arcanoid83 nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-11-12, 01:43 PM
  2. Contratto a tempo indeterminato full-time e secondo lavoro
    Di daniele84 nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-06-12, 11:47 AM
  3. Contratto a chiamata e part-time contemporaneamente. Possibile?
    Di Marco Bia nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 13-06-12, 04:59 PM
  4. Colf a Tempo Indeterminato PART TIME VARIABILE????
    Di GDLAN nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 12-01-11, 08:06 PM
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07-11-08, 09:51 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14