Pagina 2 di 2 PrimaPrima 1 2
Risultati da 11 a 17 di 17

Discussione: Lavoro autonomo occasionale

  1. #11
    Sezz è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    RE
    Messaggi
    176

    Predefinito

    Ripropongo un quesito relativo al lavoro autonomo occasionale: tali tipologie possono non rispettare i vincoli previsti dall'art. 61 c. 2 del dlg 276/03 (30 giorni e 5.000 con ogni singolo committente)? Da quanto evidenziato sopra sembrerebbe di no, ma riporto qui sotto una risposta sull'Esperto Risponde:


    Il Sole 24 Ore - L'Esperto Risponde
    Edizione n. 86 del 6 novembre 2006





    Sono un ingegnere assunto presso uno studio di ingegneria con contratto Co.co.co. iscritto alla gestione separata Inps. Non ho partita Iva e sono iscritto all'albo. Di recente collaboro con un ingegnere professionista. Vorrei sapere se posso fare delle ricevute/ritenute d'acconto per i compensi che percepisco dall'ingegnere professionista. Se sì, come le devo compilare e qual è l'importo annuo massimo?




    Laura AMORIELLO - LODI
    -----
    Probabilmente il lettore pensa di potere fare rientrare il reddito percepito dalle sue collaborazioni professionali con l'ingegnere tra i cosiddetti redditi occasionali di lavoro AUTONOMo. Relativamente all'inquadramento civilistico dell'attività di lavoro AUTONOMo occasionale, si segnala che la stessa è caratterizzata dalla mancanza sia di coordinamento con il committente sia della durata. Sono quindi prestazioni di lavoro AUTONOMo occasionale quelle a «esecuzione istantanea» del tutto «singolari ed episodiche» non riconducibili a uno o più progetti specifici o programmi di lavoro e, dal 1° gennaio 2004, sono assoggettate, ai sensi del Dl 269/2003 al contributo Inps se l'importo annuo è superiore a 5.000 euro. Per avere una prestazione di lavoro AUTONOMo occasionale è quindi necessario che la stessa sia resa da un soggetto che abitualmente non svolge altra attività di lavoro AUTONOMo e che non sussistano i requisiti della continuità e della collaborazione con il committente. In pratica, quindi, l'obbligo di risultato, presente anche nelle collaborazioni a progetto (in quanto si tratta sempre di contratti di opera) è, in questo caso, l'oggetto della prestazione e pertanto, nel contratto deve mancare l'indicazione della durata del rapporto, ma può sussistere un termine per l'ultimazione della prestazione. Conseguentemente, è lecita l'instaurazione di rapporti di lavoro AUTONOMo occasionale anche per rapporti inferiori e/o superiori sia economicamente che temporalmente ai limiti previsti dall'articolo 61 comma 2 del Dlgs 276/2003 (30 giorni e 5.000 euro) senza che per questo venga modificata la natura del rapporto. Come anticipato, dal punto di vista fiscale, i proventi di attività occasionali di lavoro AUTONOMo, in conseguenza dell'assenza del requisito dell'abitualità, della continuità della prestazione svolta, nonché dell'organizzazione finalizzata allo svolgimento della stessa, rientrano tra i redditi "diversi" individuati nell'articolo 67, lettera l) del Tuir. In merito all'individuazione dell'imponibile fiscale dei redditi occasionali di lavoro AUTONOMo, il successivo articolo 71 del Tuir prevede che lo stesso ostituito dall'ammontare del reddito percepito nel periodo d'imposta, al netto delle spese specificatamente inerenti alla sua produzione. Operativamente, il reddito di lavoro AUTONOMo occasionale se corrisposto da un committente sostituto d'imposta (qual l libero professionista che eroga lo stesso al lettore) al momento dell'erogazione oggetto ad una ritenuta d'acconto del 20% (ex articolo 25 Dpr 600/73) e deve essere dichiarato nel quadro RL del modello Unico.

  2. #12
    cedolino è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    500

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da martina@esatek.it Visualizza Messaggio
    Buongiorno,

    Un ingegnere, assunto come dipendente a tempo indeterminato da una società, effettua, nel corso del 2008, n. 2 prestazioni a favore di due diversi committenti.
    Tali 2 prestazioni di lavoro, da svolgere una a maggio e una a giugno, durano 15 gg ciascuna.
    L'importo della prima prestazione è di 2.500,00 euro, l'importo della seconda è di 8.000,00.
    In un caso come questo, è necessario aprire la partita iva in quanto si tratta di LAVORO AUTONOMO, oppure rimane LAVORO OCCASIONALE perchè si tratta soltanto di n. 2 prestazioni e quindi l'attività non è svolta in modo ABITUALE?
    Non è lavoro occasionale perchè supera il tetto max di 5000 euro

  3. #13
    Sezz è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    RE
    Messaggi
    176

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cedolino Visualizza Messaggio
    Non è lavoro occasionale perchè supera il tetto max di 5000 euro

    L'articolo de Il Sole 24 Ore dice esattamente il contrartio, cioè che possono sussitere rapporti di lavoro autonomo occasionale superiori ai 30gg e a 5.000.
    HAnno scritto una fesseria?

  4. #14
    cedolino è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    500

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sezz Visualizza Messaggio
    L'articolo de Il Sole 24 Ore dice esattamente il contrartio, cioè che possono sussitere rapporti di lavoro autonomo occasionale superiori ai 30gg e a 5.000.
    HAnno scritto una fesseria?

    Si scusa hai ragione,
    avevo letto il post frettolosamente,poichè si tratta nel caso sopra esposto non di collaborazione occasionale ma di lavoro autonomo occasionale.

    In campo tributario il lavoratore autonomo occasionale non necessita per la sua attività di partita Iva, rilascaindo una semplice ricevuta, nella quale è deve essere specificata
    sia la natura occasionale ed l'autonoma della prestazione.
    Attenzione però che la prestazione deve essere compiuta nell'assenza del coordinamento con l'attività del committente, senza un inserimento
    funzionale nell'organizzazione aziendale.
    Ultima modifica di cedolino; 27-05-08 alle 04:54 PM

  5. #15
    Sezz è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    RE
    Messaggi
    176

    Predefinito

    Ora però veniamo al vero problema:
    nel 770 del sostitutto d'imposta, se nel quadro dei redditi da lavoro autonomo e diversi, indico un importo con la causale M superiore ai 5.000 il controllo mi da un errore bloccante dicendo che è stato superato il limite di € 5.000. Qualcuno sa come bisogna comportarsi?
    Ultima modifica di Sezz; 27-05-08 alle 05:03 PM

  6. #16
    StefanoPadova è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    343

    Predefinito

    Buonasera,
    molto interessante questo argomento...
    parlando delle speseINERENTI da portare in deduzione:
    1) acquisto libro specifico una settimana prima di cominciare il lavoro

    2) spese di vitto hanno un limite? si seguono le % del lavoratore autonomo?

    3) auto data in comodato gratuito per quel mese che tipo di spese si possono dedurre? benzina pedaggi olio ed altro?

    4)cancelleria per un traduttore ad esempio

    5) abbonamento annuale rivista specifica del settore

    come vi comportereste?

  7. #17
    StefanoPadova è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    343

    Predefinito

    e se le spese inerenti vengono effettuate un meso prima?
    ad esempio acquisto un libro prima di effettuare la prestazione occasionale per documentarmi....

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 1 2

Discussioni Simili

  1. Lavoro autonomo occasionale
    Di proxim nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-07-13, 10:18 AM
  2. lavoro autonomo occasionale e 730
    Di ilariuccia nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-05-13, 04:35 PM
  3. lavoro occasionale e autonomo
    Di studio-10 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 10-05-11, 11:54 AM
  4. 730 - lavoro autonomo occasionale
    Di matteo79 nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 12-05-10, 10:09 AM
  5. lavoro autonomo occasionale
    Di vizi nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-03-09, 04:10 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14