Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: impresa familiare

  1. #1
    pipelly è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,527

    Predefinito impresa familiare

    Ho letto il corso del dott. Larocca sull’impresa familiare, avrei bisogno di alcuni chiarimenti perchè non ho mai gestito un impresa familiare e non ho mai visto come funziona:

    1) Se un impresa già esistente come ditta individuale viene costituita con atto notarile come impresa familiare, si deve dare comunicazione all’agenzia delle entrate e fare variazioni iva?


    2) Sempre nel caso di ditta individuale esistente e trasformata in impresa familiare, in caso di contabilità semplificata bisogna fare nuovi registri iva intestati all’impresa familiare o si continuano ad usare i registri esistenti intestati alla ditta individuale?

  2. #2
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    1) Se un impresa già esistente come ditta individuale viene costituita con atto notarile come impresa familiare, si deve dare comunicazione all’agenzia delle entrate e fare variazioni iva?

    La comunicazione viene fatta dal notaio (che redige l'atto entro la fine del periodo d'imposta, e vale per l'anno successivo).
    Niente variazione iva.


    bisogna fare nuovi registri iva intestati all’impresa familiare o si continuano ad usare i registri esistenti intestati alla ditta individuale?

    >Tutto rimane immutato.

  3. #3
    pipelly è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,527

    Predefinito

    Il notaio a chi fa la comunicazione?
    E il familiare non è tenuto ad iscriversi all'inps? Cosa comunica all'inps?

  4. #4
    star62 è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    ostuni
    Messaggi
    116

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pipelly Visualizza Messaggio
    Il notaio a chi fa la comunicazione?
    E il familiare non è tenuto ad iscriversi all'inps? Cosa comunica all'inps?
    il notaio non comunica nulla, il familiare si deve iscrivere all'inps nella gestione di appartenenza, artigiano o commerciante.
    stella

  5. #5
    shailendra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    2,610

    Predefinito

    Non devi fare nessuna comunicazione all'Iva, e secondo anche il notaio non fa nessuna comunicazione.
    Per l'Inps ci sono i moduli appositi da ritirare presso le sedi provinciali in cui indicare i dati del collaboratore. L'importo dell'Inps del collaboratore si assommerà a quello del titolare e avrai praticamente un versamento trimestrale doppio dell'attuale.
    Devi iscriverlo anche all'Inail: se la ditta ha già una posizione basta fare la denuncia nominativa, altrimenti si deve fare un iscrizione ex-novo della ditta.

  6. #6
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    per comunicazione si intendeva atto.

    Ciao l'atto viene stipulato dal notaio.

    Unica condizone ai fini fiscali é appunto questa.


    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo0 Visualizza Messaggio
    1) Se un impresa già esistente come ditta individuale viene costituita con atto notarile come impresa familiare, si deve dare comunicazione all’agenzia delle entrate e fare variazioni iva?

    La comunicazione viene fatta dal notaio (che redige l'atto entro la fine del periodo d'imposta, e vale per l'anno successivo).
    Niente variazione iva.


    bisogna fare nuovi registri iva intestati all’impresa familiare o si continuano ad usare i registri esistenti intestati alla ditta individuale?

    >Tutto rimane immutato.

  7. #7
    pipelly è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,527

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da shailendra Visualizza Messaggio
    Non devi fare nessuna comunicazione all'Iva, e secondo anche il notaio non fa nessuna comunicazione.
    Per l'Inps ci sono i moduli appositi da ritirare presso le sedi provinciali in cui indicare i dati del collaboratore. L'importo dell'Inps del collaboratore si assommerà a quello del titolare e avrai praticamente un versamento trimestrale doppio dell'attuale.
    Devi iscriverlo anche all'Inail: se la ditta ha già una posizione basta fare la denuncia nominativa, altrimenti si deve fare un iscrizione ex-novo della ditta.
    Quindi l'importo dell'INPS raddoppiato è sempre a nome del titolare? E il titolare li detrae tutti nel suo quadro RP?
    Ma i versamenti fatti andranno conteggiati ai fini dell'anzianità inps ( per la pensione ) al collaboratore?

  8. #8
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,687

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pipelly Visualizza Messaggio
    Quindi l'importo dell'INPS raddoppiato è sempre a nome del titolare? E il titolare li detrae tutti nel suo quadro RP?
    Ma i versamenti fatti andranno conteggiati ai fini dell'anzianità inps ( per la pensione ) al collaboratore?
    La "codeline" per il versamento arriva a nome del titolare e comprende anche i contributi del collaboratore. Fai attenzione ad inviare l'iscrizione del collaboratore all'INPS (modello ARCO se non erro)

    Il titolare li detrae tutti se il collaboratore non esercita la rivalsa.

    I contributi valgono ai fini dell'anzianità INPS del collaboratore.

  9. #9
    pipelly è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,527

    Predefinito

    Grazie, inizio a capire meglio.
    Quindi alla fine si gestisce come una ditta individuale, a fine esercizio l'utile che matura si deve dividere in base alla percentuale di partecipazione.
    Ma ora mi chiedo se la gestisco come una semplificata l'utile lo tiro fuori dal conto economico non avendo un vero bilancio?
    E poi partendo dall'utile lo divido al di fuori della contabilità o devo fare le scritture anche in semplificata?
    Comunque scritture o no, devo fare una dichiarazione dei redditi per il titolare considerando reddito d'impresa la sua percentuale ed una dichiarazione per il collaboratore considerando reddito d'impresa la sua percentuale?
    Esempio, utile 40.000, titolare 60%, collaboratore 40%, devo fare un 740 per il titolare con reddito di partenza 24.000 al quale applicare poi le varie detrazioni e deduzioni per stabilire il reddito tassabile, ed una dichiarazione per il collaboratore partendo da 16.000 e applicando detrazioni e deduzioni?

  10. #10
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    Nell'articolo odierno, sulle novità fiscali del 01 agosto 2008 (RUBRICA DIARIO FISCO 2008), vi é contenuto anche un approfondimento sulla disciplina fiscale dell'impresa familiare.

    Vincenzo D'Andò

Discussioni Simili

  1. Impresa familiare
    Di gabriele79 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-11-11, 04:49 PM
  2. "trasformazione" da impresa familiare a impresa individuale
    Di SanVigo nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-06-11, 09:45 AM
  3. impresa familiare e SdS
    Di fausto nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-09-10, 06:36 PM
  4. 5% collaboratore familiare impresa familiare
    Di n.menk nel forum Studi di settore
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 16-09-08, 01:02 PM
  5. Impresa familiare
    Di serviziaziendalisas@virgilio.it nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-07-08, 12:12 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14