Pagina 1 di 4 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 33
Like Tree1Likes

Discussione: s.r.l. unipersonali

  1. #1
    moholo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    11

    Predefinito s.r.l. unipersonali

    FACCIAMO UN PO DI CHIAREZZA!

    Una s.r.l. unipersonale, con socio unico-amministratore, che responsabilita' ha verso : fornitori, banche, fisco, dipendenti, per mancato pagamento di : forniture, iva, inps, tasse in genere, stipendi; anche se il sociounico-amministratore risulta proprietario di immobili che sono pero' esclusi nella capitalizzazione della s.r.l. ( capitale sociale : 10000,00 euro, nessuna firma depositaria in banca per garanzie)? grazie!!!

  2. #2
    stqr è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    67

    Predefinito S.r.l. Unipersonale

    La s.r.l. unipersonale, in quanto soggetto giuridico autonomo, ha piena responsabilità per tutte le obbligazioni da essa contratte, quindi più specificatamente ha piena responsabilità per i debiti vs. fornitori/stato/inps ecc. e in quanto tale può e deve rispondere con i beni e le proprietà ad essa intestate (se ne ha) per tali debiti se ad esempio un creditore promuove un decreto ingiuntivo per la ricossione coattiva del credito.
    L'amministratore unico nonchè socio della s.r.l. unipersonale è responsabile/aggredibile in prima battuta per i debiti che egli stesso ha contratto nel corso del suo mandato come amministratore ma in nome e per conto della società solo per il valore delle quote della società da lui possedute e non anche con i beni personali (altrimenti non sarebbe una S.r.l.).
    Con riferimento alla sua posizione di persona fisica e quindi con riferimento ad eventuali beni personali (immobili, conti correnti, azioni) non intestati alla s.r.l va detto che i suddetti beni sono aggredibili dai creditori solo a seguito di un'azione di responsabilità (tipicamente per l'intervento del curatore fallimentare in caso di fallimento); tale azione di responsabilità è abbastanza tipica nelle procedure concorsuali ed è, almeno per le casisitiche fin qui viste sul campo, frequente.

  3. #3
    moholo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    11

    Talking

    Citazione Originariamente Scritto da stqr Visualizza Messaggio
    La s.r.l. unipersonale, in quanto soggetto giuridico autonomo, ha piena responsabilità per tutte le obbligazioni da essa contratte, quindi più specificatamente ha piena responsabilità per i debiti vs. fornitori/stato/inps ecc. e in quanto tale può e deve rispondere con i beni e le proprietà ad essa intestate (se ne ha) per tali debiti se ad esempio un creditore promuove un decreto ingiuntivo per la ricossione coattiva del credito.
    L'amministratore unico nonchè socio della s.r.l. unipersonale è responsabile/aggredibile in prima battuta per i debiti che egli stesso ha contratto nel corso del suo mandato come amministratore ma in nome e per conto della società solo per il valore delle quote della società da lui possedute e non anche con i beni personali (altrimenti non sarebbe una S.r.l.).
    Con riferimento alla sua posizione di persona fisica e quindi con riferimento ad eventuali beni personali (immobili, conti correnti, azioni) non intestati alla s.r.l va detto che i suddetti beni sono aggredibili dai creditori solo a seguito di un'azione di responsabilità (tipicamente per l'intervento del curatore fallimentare in caso di fallimento); tale azione di responsabilità è abbastanza tipica nelle procedure concorsuali ed è, almeno per le casisitiche fin qui viste sul campo, frequente.
    Quindi in caso di mancato pagamento verso fornitori,fisco,tasse in genere,il sociounico-amministratore verra' comunque aggredito( se i beni della s.r.l. non basteranno a garantire il pagamento di tali debiti), dei suoi beni personali!

  4. #4
    stqr è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    67

    Predefinito

    Non è automatico ma è possibile/probabile.
    Dipende: 1) dall'aggressività dei singoli creditori (che a sua volta dipende dall'ammontare delle singole posizioni creditorie, che se non sono particolarmente rilevanti possono scoraggiare una azione legale/decreto ingiuntivo/istanza fallimentare, tutte azioni che hanno inevitabili costi per il creditored) 2) dall'atteggiamento del curatore fallimentare (il quale è solito proporre l'azione di responsabilità vs. l'amministratore, con una certa facilità soprattutto se l'amministratore ha dei beni personali su cui rivalersi.

  5. #5
    sapcons è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    581

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da moholo Visualizza Messaggio
    Quindi in caso di mancato pagamento verso fornitori,fisco,tasse in genere,il sociounico-amministratore verra' comunque aggredito( se i beni della s.r.l. non basteranno a garantire il pagamento di tali debiti), dei suoi beni personali!
    Si verrà aggredito sino alla concorrenza al massimo di 10.000 euro (pari a un quarto del valore di un box a Milano)davvero irrisoria se pensiamo alla potenzialità di esposizione debitoria che può essere raggiunta in taluni settori.

    Davvero risibile...

  6. #6
    moholo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    11

    Question

    Citazione Originariamente Scritto da stqr Visualizza Messaggio
    Non è automatico ma è possibile/probabile.
    Dipende: 1) dall'aggressività dei singoli creditori (che a sua volta dipende dall'ammontare delle singole posizioni creditorie, che se non sono particolarmente rilevanti possono scoraggiare una azione legale/decreto ingiuntivo/istanza fallimentare, tutte azioni che hanno inevitabili costi per il creditored) 2) dall'atteggiamento del curatore fallimentare (il quale è solito proporre l'azione di responsabilità vs. l'amministratore, con una certa facilità soprattutto se l'amministratore ha dei beni personali su cui rivalersi.
    La " DITTA " perfetta e come il delitto perfetto, non esiste!, tranne nel caso in cui il sociounico-amministratore non possiede beni intestati di nessuna natura e quindi non aggredibile.
    L'idea di questo forum, no ne' solo per capire il modo di essere imprenditori senza " rischiare" niente dei propri beni a danno degli altri, ma fa riflettere il caso in cui un imprenditore, dopo anni di mutuo, di leasing, di sacrifici, a causa di situazioni sgradevoli come un incidente stradale ad esempio, che lo portano a non poter lavorare,si vede a suo malgrado, togliere tutto quello che negli anni precedenti, magari anche con l'aiuto dei genitori, ha costruito.
    E' vero che potrebbe assicurarsi come fanno molti calciatori o star del cinema, ma conoscendo le assicurazioni, passano anni se non decenni prima che elargiscono una cifra che sicuramente sara' irrisoria o comunque dopo anni di battaglie legali, le cifre svaniscono in parcelle legali!

  7. #7
    moholo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    11

    Question

    Citazione Originariamente Scritto da sapcons Visualizza Messaggio
    Si verrà aggredito sino alla concorrenza al massimo di 10.000 euro (pari a un quarto del valore di un box a Milano)davvero irrisoria se pensiamo alla potenzialità di esposizione debitoria che può essere raggiunta in taluni settori.

    Davvero risibile...

    SAPCONS, dalla risposta precedentemente fatta da STQR, dici il contrario?!!
    STQUR, dice che oltre al capitale sociale ( 10000,00 euro) e ad eventuali beni intestati alla ditta, i creditori possono rivalersi sui beni del sociounico-amministratore.

  8. #8
    sapcons è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    581

    Predefinito

    Io ho risposto sulla base di questa affermazione "L'amministratore unico nonchè socio della s.r.l. unipersonale è responsabile/aggredibile in prima battuta per i debiti che egli stesso ha contratto nel corso del suo mandato come amministratore ma in nome e per conto della società solo per il valore delle quote della società da lui possedute e non anche con i beni personali (altrimenti non sarebbe una S.r.l.)."

    Ciao

  9. #9
    moholo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    11

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sapcons Visualizza Messaggio
    Io ho risposto sulla base di questa affermazione "L'amministratore unico nonchè socio della s.r.l. unipersonale è responsabile/aggredibile in prima battuta per i debiti che egli stesso ha contratto nel corso del suo mandato come amministratore ma in nome e per conto della società solo per il valore delle quote della società da lui possedute e non anche con i beni personali (altrimenti non sarebbe una S.r.l.)."

    Ciao
    Resta di fatto che l'amministratore unico,nonche' unico socio della s.r.l. unipersonale e' aggredibile per i debiti che egli stesso ha contratto per nome e per conto della societa', prima con i beni della societa' stessa, in seconda battuta qualora no bastassero con i beni propri dell'amministratore.

  10. #10
    paolo1408 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    6

    Predefinito

    ciao, interessava anche a me questa cosa, perchè stavo pensando di aprire una srl unipersonale, e ho trovato questo:

    L'art. 2497 del Codice Civile richiama l'attenzione sulla responsabilità dell'unico socio e fissa i soli tre casi in cui può essere chiamato a rispondere illimitatamente delle obbligazioni assunte, con tutto il proprio capitale:
    a) quando sia una persona giuridica ovvero sia socio unico di altra società di capitali;
    b) quando i conferimenti non siano stati effettuati secondo quanto previsto dall'art. 2476, secondo e terzo comma (capitale sociale non versato interamente);
    c) fino a quando la società (dal momento della costituzione) non ha depositato al Registro delle imprese la dichiarazione contenente tutte le generalità del socio unico.


    Ho sviluppato un'applicazione web e vorrei aprire una SRL che sarà proprietaria di questa applicazione.

    Facciamo un caso semplice, in cui l'SRL ha una sede legale da cui un bel giorno scoppia una tubatura che innaffia il soffitto del negozio sottostante che (foruna...) vende pellicce, e fa un danno da 100mila euro.

    Il negozio di pellicce chiede un risarcimento; quello che vorrei sapere è se la società SRL risponde a questo genere di "debiti" con i soli capitali sociali, oppure ne risponde l'amministratore con i propri.

    Grazie

Pagina 1 di 4 1 2 3 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Due srl unipersonali, identico socio
    Di Gegione80 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-10-12, 09:01 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14