Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29

Discussione: Beni significativi

  1. #1
    FERNANDO7401 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    8

    Predefinito Beni significativi

    Buon giorno, avrei un quesito da chiedervi , Un cliente esercente l'attività di falegname deve emettere fattura per una fornitura di infissi (prodotti dallo stesso falegname) il committente comunica che deve usufruire della detrazione del 55 %. L'artigiano comunica al suo commercialista se deve effettuare la ripartizione dell'aliquota iva considerando appunto l'infisso come bene significativo.Alla luce di tutto ciò il professionista le comunica che essendo beni prodotti da lui stesso non si deve effettuare l'operazione con l'aliquota agevolata , infatti i beni di propria produzione non rientrano con il calcolo dei beni significativi.
    Secondo voi è giusto il comportamento del professionista
    Grazie.

  2. #2
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    999

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FERNANDO7401 Visualizza Messaggio
    Buon giorno, avrei un quesito da chiedervi , Un cliente esercente l'attività di falegname deve emettere fattura per una fornitura di infissi (prodotti dallo stesso falegname) il committente comunica che deve usufruire della detrazione del 55 %. L'artigiano comunica al suo commercialista se deve effettuare la ripartizione dell'aliquota iva considerando appunto l'infisso come bene significativo.Alla luce di tutto ciò il professionista le comunica che essendo beni prodotti da lui stesso non si deve effettuare l'operazione con l'aliquota agevolata , infatti i beni di propria produzione non rientrano con il calcolo dei beni significativi.
    Secondo voi è giusto il comportamento del professionista
    Grazie.
    si,secondo me

  3. #3
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,797

    Predefinito

    Cioè non si applicherebbe l'aliquota agevolata?
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  4. #4
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    999

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ergo3 Visualizza Messaggio
    Cioè non si applicherebbe l'aliquota agevolata?
    no il contrario: si applicherebbe senza alcuna distinzione in quanto non ci sono di fatto beni significativi.

  5. #5
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,797

    Predefinito

    Ciao, collega StudioVERA,
    dal tenore della domanda si capiva il contrario.
    La questione dei "beni significativi" è diversa dalla questione dei "beni finiti" , agevolati ad.es. al 4% ex TABELLA A PArte II n. 24 (tupini) in quanto questi ultimi si riferiscono alla COSTRUZIONE nuova?

    In buona sostanza, una società immobiliare che costruisce un fabbricato Tupini e che acquista "beni finiti" (tipo infissi) da ditta che pone gli stessi in opera (a prescindere dal fatto che i beni siano da quets'ultima prodotti o acquistati da terzi) può chiedere l'applicazioene dell'aliquota agevolata?

    E' una cosa così ingarbugliata che i dubbi mi affiorano continuamente.
    Ultima modifica di ergo3; 19-10-10 alle 09:22 AM
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  6. #6
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    999

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ergo3 Visualizza Messaggio
    Ciao, collega StudioVERA,
    dal tenore della domanda si capiva il contrario.
    La questione dei "beni significativi" è diversa dalla questione dei "beni finiti" , agevolati ad.es. al 4% ex TABELLA A PArte II n. 24 (tupini) in quanto questi ultimi si riferiscono alla COSTRUZIONE nuova?

    In buona sostanza, una società immobiliare che costruisce un fabbricato Tupini e che acquista "beni finiti" (tipo infissi) da ditta che pone gli stessi in opera (a prescindere dal fatto che i beni siano da quets'ultima prodotti o acquistati da terzi) può chiedere l'applicazioene dell'aliquota agevolata?

    E' una cosa così ingarbugliata che i dubbi mi affiorano continuamente.
    nella domanda si parlava di lavori in edilizia connessi al "55 per cento" per cui era il caso di una ristrutturazione tutta un'altra faccenda rispetto alla società immobiliare/costruttore che costruisce un fabbricato NUOVO e che acquista beni finiti o pone in essere contratti di appalto. secondo me in questo caso siamo nell'ambito di aliquota agevolata ma in questo caso è del 4% !

  7. #7
    Lenticchia è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    153

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da studiovera Visualizza Messaggio
    no il contrario: si applicherebbe senza alcuna distinzione in quanto non ci sono di fatto beni significativi.
    Non ho ben capito. Vi descrivo un caso pratico. Supponiamo che un artigiano produca internamente all'azienda infissi e pertanto non li acquisti per rivenderli. Può applicare l'iva agevolata e se sì in che misura?

  8. #8
    winners è offline Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    103

    Predefinito

    Buongiorno
    ho una falegnameria che produce infissi ed esegue il montaggio presso terzi con contratto di appalto, e mi comporto come segue:

    - se il committente fa un risanamento conservativo o ristrutturazione dell'immobile (rispettivamente lettera C e D Legge 457/78) iva al 10%,
    - se il committente fa un intervento di manutenzione ordinaria o straordinaria (rispettivamente lettera A e B Legge 457/78) si dovrebbe fare la ripartizione dell'aliquota iva fra il 10% e 21% in quanto l'infisso è un bene significativo.

    Però poichè l'azienda di falegnameria che costruisce l'infisso impiega un valore di mano d'opera maggiore del 50% del valore del manufatto, tutto quanto sconta l'aliquota agevolata del 10% anzichè limitare l'agevolazione al doppio del valore della mano d'opera, se questa incidesse per meno del 50%.

    Il dubbio che ho sempre avuto è se nel computo del valore della mano d'opera si deve calcolare tutto il personale impiegato e per tutte le lavorazioni aziendali, compreso montaggio esterno e magari compreso anche il costo degli impiegato, o se c'è qualche limitazione di computo.

    Gradire avere qualche parere posto che le sanzioni in argomento sono alquanto pesanti

    Grazie

  9. #9
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    999

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da winners Visualizza Messaggio
    Buongiorno
    ho una falegnameria che produce infissi ed esegue il montaggio presso terzi con contratto di appalto, e mi comporto come segue:

    - se il committente fa un risanamento conservativo o ristrutturazione dell'immobile (rispettivamente lettera C e D Legge 457/78) iva al 10%,
    - se il committente fa un intervento di manutenzione ordinaria o straordinaria (rispettivamente lettera A e B Legge 457/78) si dovrebbe fare la ripartizione dell'aliquota iva fra il 10% e 21% in quanto l'infisso è un bene significativo.

    Però poichè l'azienda di falegnameria che costruisce l'infisso impiega un valore di mano d'opera maggiore del 50% del valore del manufatto, tutto quanto sconta l'aliquota agevolata del 10% anzichè limitare l'agevolazione al doppio del valore della mano d'opera, se questa incidesse per meno del 50%.

    Il dubbio che ho sempre avuto è se nel computo del valore della mano d'opera si deve calcolare tutto il personale impiegato e per tutte le lavorazioni aziendali, compreso montaggio esterno e magari compreso anche il costo degli impiegato, o se c'è qualche limitazione di computo.

    Gradire avere qualche parere posto che le sanzioni in argomento sono alquanto pesanti

    Grazie
    secondo me siamo nell'ambito della vecchia confusione fra
    indicazione dei beni significativi
    indicazione valore della manodopera
    sono due cose diverse, ricordo che quella rosa è stata abrogata, quella verde no.
    Cioè mi risulta essere ancora obbligatoria l'indicazione del valore dei beni significativi e di tutto il resto in altra parte che qualcuno ritiene essere manodopera riportando alla confusione ...

  10. #10
    winners è offline Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    103

    Predefinito

    Scusa,
    ma una cosa è l'indicazione in fattura del valore della mano d'opera, obbligo che mi risulta abrogato per le agevolazioni 36% e 55%, altra cosa è la determinazione del valore dell'apporto di mano d'opera nel valore del manufatto per determinare la quota imponibile iva al 10% anzichè al 21%, limitatamente alle ipotesi di manutenzione ordinaria (lettera A) e manutenzione straordinaria (lettera B).

    Ciao.

Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Edilizia, iva 10% e beni significativi
    Di La matta nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 06-12-12, 09:52 AM
  2. Iva agevolata letter a) b) beni significativi
    Di winners nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-10-11, 07:33 AM
  3. Beni Significativi e 36%??
    Di fabrizio75 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-01-09, 06:48 AM
  4. beni significativi
    Di PATRIZIA3154 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-09-08, 04:55 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14