Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: bilancio inizio liquidazione SRL

  1. #1
    stsimar Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    376

    Predefinito bilancio inizio liquidazione SRL

    Nella verifica di inizio liquidazione vengono effettuate queste specifiche modifiche, per le quali vorrei un contributo circa le relative scritture:

    1) riduzione del credito su acconti su rimanenze in quanto non Ŕ stata pi¨ e effettuata la fornitura dal fornitore extra_UE che non Ŕ pi¨ raggiungibile (i soldi versati in acconto sono persi)

    2) Eliminato un debito verso la banca a causa di chiusura conto con abbuono del debito da parte dell'ente bancario

    3) raggiunto un accordo privato con un creditore per un saldo a stralcio del credito con conseguente perdita della parte residua (no nota di credito in quanto Ŕ passato pi¨ di un anno).

    Quali scritture mettereste in piedi? Se giro a conto rettifiche di liquidazione come rilevo le variazioni economiche positive e negative?

    Complicazione sulla quale gradirei un contributo: il liquidatore, ex amministratore unico, Ŕ protestato e non gli consentono di aprire il c/c bancario per la SRL, il chŔ crea problemi in quanto tutto passa per contante. Secondo voi, alla luce della normativa antiriciclaggio, come ci si potrebbe muovere?

  2. #2
    Enrico Larocca Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    LocalitÓ
    Matera, Italy
    Messaggi
    5,198

    Predefinito

    Il conto Rettifiche di liquidazione (detto anche Rettifiche al conto degli amministratori) è un conto acceso alle voci del patrimonio netto, utilizzato per allineare i valori del Conto della gestione (ultimo bilancio di funzionamento infrannuale predisposto dagli amministratori in ossequio all'art. 2487-bis del c.c.) ai valori del Bilancio iniziale di liquidazione predisposto dal liquidatore. Tale conto ha natura di posta del Patrimonio Netto e il suo saldo sarà girocontato a Capitale Netto di Liquidazione, unitamente a tutte le altre poste del netto patrimoniale. Una volta operato l'allineamento (peraltro secondo alcuni non necessario poichè il risultato finale non cambia in termini numerici) si registreranno i costi e i ricavi della gestione liquidatoria nel modo usuale, che saranno girocontati a Conto Economico di liquidazione. . Alla fine della liquidazione il risultato economico della Gestione di liquidazione affluirà allo Stato Patrimoniale finale di liquidazione che contemplerà nell'attivo le disponibilità liquide derivanti dalla liquidazione e nel passivo le poste del netto patrimoniale (capitale sociale, riserve, utili a nuovo e rettifiche di liquidazione ). Le poste del netto saranno gircontate a Capitale netto di Liquidazione che si chiuderà (pensando che esista un'eccedenza attiva dopo il pagamento dei debiti ) in contropartita dei conti accesi a debiti verso i soci (socio A c/liquidazione; socio B c/liquidazione ecc.) , che a loro volta si chiuderanno in contrapartita Dare dell'utilizzo delle disponibilità liquide residue.

    Quanto alla seconda questione quella della impossibilità del liquidatore di accendere un c/c perchè protestato, non potendo gestire le operazioni per contanti oltre i limiti di legge, suggerisco di effettuare sempre la richiesta di assegni circolari ottenuti mediante il deposito del contante.

    Per un approfondimento della questione suggerisco l'ottimo e-book del dott. Sciuto in vendita su questo sito riguardate appunto la liquidazione di società.

    Saluti
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 10-01-08 alle 05:40 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno Ŕ artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    stsimar Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    376

    Predefinito

    D'accordo su tutto. Ma solo un dubbio:

    se effettuo l'allineamento al conto rettifiche (patrimoniale) riducendo conseguentemente i crediti e debiti dell'ultimo rendiconto della gestione dell'Amministratore (patrimoniali), non rilevo la natura economica delle modifiche apportate a causa di tale allineamento (sopravvenienze attive e passive, perdite su crediti, ecc.).

    E' corretto o mi perdo qualche passaggio contabile?

  4. #4
    Enrico Larocca Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    LocalitÓ
    Matera, Italy
    Messaggi
    5,198

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stsimar Visualizza Messaggio
    D'accordo su tutto. Ma solo un dubbio:

    se effettuo l'allineamento al conto rettifiche (patrimoniale) riducendo conseguentemente i crediti e debiti dell'ultimo rendiconto della gestione dell'Amministratore (patrimoniali), non rilevo la natura economica delle modifiche apportate a causa di tale allineamento (sopravvenienze attive e passive, perdite su crediti, ecc.).

    E' corretto o mi perdo qualche passaggio contabile?
    L'osservazione è giusta perchè parte dal presupposto che se rettifico un elemento patrimoniale di un bilancio già chiuso, devo operare la rettifica attraveso l'istituto delle sopravvenienze.

    Pur tuttavia l'osservazione [B]non tiene in dovuto conto la funzione del Bilancio iniziale di liquidazione, che è quella di fornire una misura del capitale netto liquidabile, valore che per via dei criteri di cessione adottati in sede di compilazione del bilancio iniziale di liquidazione, normalmente diverge dal capitale netto di funzionamento, la cui ultima misura è rilevabile, nel Conto di gestione presentato dagli amministratori.

    In presenza di un deficit patrimoniale, anche a causa delle rettifiche operate dai liquidatori, andrà convocata l'assemblea dei soci per deliberare gli opportuni provvedimenti, compresa la richiesta di fallimento nel caso in cui l'assemblea non decida di fornire ai liquidatori le integrazioni finanziarie necessarie per evitare lo stato di insolvenza. La società in liquidazione, non ha nessun passaporto per uscire dalla scena economica, senza effetti negativi.

    A questo punto il riallineamento contabile operato con il conto Rettifiche al conto degli amministratori, per effetto dell'adozione dei criteri di cessione, è da verificare perchè è il frutto di stime operate dai liquidatori.

    Se aumento il valore dei crediti da 100 del Conto di gestione a 200 del Bilancio iniziale di liquidazione, perchè mi accorgo che sono molto vecchi e ad essi va aggiunto il valore degli interessi moratori nel frattempo maturati, ma poi in fase di riscossione per effetto di transazioni non riesco a monetizzare quell'incremento di 100, iscriverò a questo punto una sopravvenienza passiva di 100.

    Procedendo senza nessun aggiornamento, l'informazione che mi da la mia contabilità è che ho riscosso il valore nominale di 100 di crediti, ma non mi dice che ne potevo legittimanente riscuotere 200 che poi non ho riscosso.

    La differenza in termini informativi credo sia sostanziale.

    Saluti
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 11-01-08 alle 02:37 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno Ŕ artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. Bilancio finale di liquidazione con Pn di liquidazione negativo..
    Di Teddymorsicchio nel forum ContabilitÓ, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-01-13, 08:54 AM
  2. bilancio ante liquidazione e post liquidazione
    Di ziso81 nel forum ContabilitÓ, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-10-12, 02:45 PM
  3. liquidazione entro l'anno di inizio
    Di iarone nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14-02-11, 10:21 AM
  4. Inizio liquidazione
    Di dott.mamo nel forum Altri argomenti
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 17-12-08, 09:56 AM
  5. compilazione studi e inizio liquidazione
    Di stsimar nel forum Studi di settore
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-09-07, 11:11 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14