Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: professionista - spese immobile ad uso promiscuo

  1. #1
    LadyMarmot è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    43

    Question professionista - spese immobile ad uso promiscuo

    Scusate se torno su un argomento già trattato più volte, ho spulciato tutte le relative discussioni, ma mi rimangono diversi dubbi.

    • Abitazione di un professionista utilizzata promiscuamente come residenza e sede dell'attività.
    • Superficie destinata all'attività professionale: 20%.
    • Regime di contabilità ordinaria (non minimi né altre modalità particolari)


    In merito alla detraibilità/deducibilità delle spese, il commercialista mi aveva dato queste indicazioni con le relative motivazioni:
    1. telefoniche (contratto business): IVA interamente detraibile (perché il contratto è di tipo business), costo (imponibile) deducibile al 50%
    2. ADSL (contratto business): IVA interamente detraibile (perché il contratto è di tipo business), costo (imponibile) deducibile al 50%
    3. elettricità (contratto residenziale ad uso privato): IVA detraibile al 20% (in base alla superficie destinata all'attività), costo (imponibile + IVA non detratta) deducibile al 50%
    4. riscaldamento (contratto residenziale ad uso privato): IVA detraibile al 20% (in base alla superficie destinata all'attività), imponibile (imponibile + IVA non detratta) deducibile al 50%
    5. acqua (contratto residenziale ad uso privato): IVA non detraibile, costo non deducibile (perché non è citata tra le voci di deducibilità nelle istruzioni dell'UNICO)
    6. tariffa igiene ambientale: non c'è IVA, costo deducibile al 25% (50% diviso due perché nell'immobile abitano due persone)
    7. manutenzioni (tinteggiature, lavori idraulici, controllo caldaia, ...) con partita IVA riportata in fattura: IVA non detraibile, costo totale deducibile al 50%


    A me alcune di queste interpretazioni sembrano poco sensate...
    Perché posso dedurre il riscaldamento ma non l'acqua?
    Perché per la tariffa igiene ambientale dovrei considerare il numero di abitanti dell'immobile ma per le altre utenze no?
    Se la detraibilità dell'IVA è legata all'indicazione della partita IVA nella fattura, perché posso detrarre una quota anche dai contratti ad uso privato, che non riportano la partita IVA?

    Insomma, se qualcuno di voi potesse confermare o correggere queste interpretazioni gliene sarei grata.
    Ultima modifica di LadyMarmot; 24-06-12 alle 05:09 PM

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    30,950

    Predefinito

    Ti dico come farei io:

    telefoniche + ADSL: IVA interamente detraibile (parliamo di telefonia fissa), costo deducibile al 50%

    Altre spese : IVA detraibile al 20%, costo deducibile al 50%
    Per le manutenzioni non so dirti, dovrei guardare bene la disciplina, che ricordo che per i professionisti è particolareggiata.

    La detraibilità dell'IVA non è legata all'indicazione della partita IVA nella fattura, ma solo all'inerenza della spesa all'attività professionale.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  3. #3
    LadyMarmot è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    43

    Predefinito

    Deducibile anche il 50% delle bollette dell'acqua, quindi?

    Però anche telefonia fissa e ADSL, benché con contratto business, sono di fatto utilizzate promiscuamente...

  4. #4
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    30,950

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LadyMarmot Visualizza Messaggio
    Deducibile anche il 50% delle bollette dell'acqua, quindi?
    Evidentemente...



    Citazione Originariamente Scritto da LadyMarmot Visualizza Messaggio

    Però anche telefonia fissa e ADSL, benché con contratto business, sono di fatto utilizzate promiscuamente...
    E allora anche loro soggiacciono alla regola generale.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  5. #5
    LadyMarmot è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    43

    Predefinito

    Grazie mille per i chiarimenti.
    A questo punto devo valutare la convenienza di passare contratti di tipo privato (che costano decisamente meno) anche per telefonia e ADSL.

  6. #6
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Ricordo che il comma 3-bis (introdotto con decorrenza 2007) dell'art. 54 del Tuir dispone la deducibilità delle spese di telefonia nella misura del 80%.
    Viceversa, le altre spese ad uso promiscuo al 50% continuano ad essere disciplinate dal preesistente comma 3.
    Quindi, a mio parere le spese telefoniche (dopo tale modifica normativa), anche in tale ipotesi, sono deducibili al 80% e non al 50%.



    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Ti dico come farei io:

    telefoniche + ADSL: IVA interamente detraibile (parliamo di telefonia fissa), costo deducibile al 50%

    Altre spese : IVA detraibile al 20%, costo deducibile al 50%
    Per le manutenzioni non so dirti, dovrei guardare bene la disciplina, che ricordo che per i professionisti è particolareggiata.

    La detraibilità dell'IVA non è legata all'indicazione della partita IVA nella fattura, ma solo all'inerenza della spesa all'attività professionale.

  7. #7
    Bomber è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,008

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo Visualizza Messaggio
    Ricordo che il comma 3-bis (introdotto con decorrenza 2007) dell'art. 54 del Tuir dispone la deducibilità delle spese di telefonia nella misura del 80%.
    Viceversa, le altre spese ad uso promiscuo al 50% continuano ad essere disciplinate dal preesistente comma 3.
    Quindi, a mio parere le spese telefoniche (dopo tale modifica normativa), anche in tale ipotesi, sono deducibili al 80% e non al 50%.
    A mio parere, le spese telefoniche ad uso promiscuo sono deducibli nella misura del 40% (50% dell'80%).

  8. #8
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    30,950

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo Visualizza Messaggio
    Ricordo che il comma 3-bis (introdotto con decorrenza 2007) dell'art. 54 del Tuir dispone la deducibilità delle spese di telefonia nella misura del 80%.
    Viceversa, le altre spese ad uso promiscuo al 50% continuano ad essere disciplinate dal preesistente comma 3.
    Quindi, a mio parere le spese telefoniche (dopo tale modifica normativa), anche in tale ipotesi, sono deducibili al 80% e non al 50%.
    Citazione Originariamente Scritto da Bomber Visualizza Messaggio
    A mio parere, le spese telefoniche ad uso promiscuo sono deducibli nella misura del 40% (50% dell'80%).
    Effettivamente questo è un aspetto che non è ancora stato affrontato.
    In dottrina ci sono tre tesi. Io aderisco alla salomonica 50-50.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  9. #9
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    La Risoluzione del 18/06/2009 n. 162 - Agenzia delle Entrate ha confermato, sia pure in maniera indiretta, che la deduzione promiscua é in misura del 80%, viceversa, in taluni casi é consentita la deduzione integrale al 100%.


    Citazione Originariamente Scritto da Bomber Visualizza Messaggio
    A mio parere, le spese telefoniche ad uso promiscuo sono deducibli nella misura del 40% (50% dell'80%).

  10. #10
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    30,950

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo Visualizza Messaggio
    La Risoluzione del 18/06/2009 n. 162 - Agenzia delle Entrate ha confermato, sia pure in maniera indiretta, che la deduzione promiscua é in misura del 80%, viceversa, in taluni casi é consentita la deduzione integrale al 100%.
    Vuoi dire che secondo l'agenzia, le spese telefoniche hanno lo stesso grado di inerenza sia se sostenute da un professionista che ha sede nella propria abitazione, sia da un professionista che ha uno studio completamente dedicato all'attività?
    Ma complimenti !!!!
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Deducibilità di spese condominiali/utenze con immobile in uso promiscuo
    Di angelinge nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 04-01-13, 12:29 AM
  2. Ristrutturazione immobile uso promiscuo professionista
    Di belfa77 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-05-12, 05:42 PM
  3. deduzione spese locazione immobile uso promiscuo: caso particolare
    Di armaduk nel forum UNICO dichiarazione dei redditi
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-06-09, 05:42 PM
  4. immobile ad uso promiscuo
    Di PaoloG nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-03-08, 04:21 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14