Il caso di una ditta individuale che cessa la propria attività a febbraio 2011 e riporta in Unico 2012 un credito iva pari ad euro 400. Oggi mi è stato detto dall'Agenzia delle Entrate che questo credito iva non si può compensare perché il conto fiscale della ditta è chiuso con la cessazione dell'attività. Il rimborso iva, invece, verrà bloccato perché in presenza di debiti erariali superiori a 1500 euro. Questo credito si può utilizzare in compensazione presso l'agente della riscossione per pagare alcune cartelle? Oppure resta bloccato fino a quando non si pagheranno tutti i debiti erariali presso l'agente della riscossione? Possibile che con il conto fiscale chiuso il credito iva indicato in dichiarazione non può essere utilizzato per compensare IMU, IRPEF, etc.?