Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: 36% e 55%

  1. #1
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    6

    Question 36% e 55%

    Un genitore, con due figli conviventi, proprietario di di un appartamento intende procedere al restauro conservativo dell'immobile con successivo frazionamento in tre unità immobiliari mediante licenza edilizia.
    Interessati alle pratiche del 36% e 55% sono solo i figli.La pratica del 36% verrà inoltrata dal genitore proprietario dell'immobile prima dell'inizio dei lavori. La pratica del 55% sarà, a lavori eseguiti inoltrata dal genitore.
    Si chiede:Possono i due figli godere singolarmente delle agevolazioni ? Dei due figli può uno godere della agevolazione del 36% e l'altro del 55%?
    I due figli per dimostrare che sono detentori dell'immobile devono stipulare contratto di comodato gratuito con il genitore ?
    Per le fatture dei lavori è corretto intestarle al genitore ed i bonifici fatti dai figli?
    Il tetto massimo di € 48.000 può essere considerato per ogni figlio in considerazione del fatto che ciascuno di loro ha l'uso gratuito di porzione dell'immobile?

  2. #2
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    Avverte l'Agenzia delle Entrate:
    Possono usufruire, tra l'altro, della detrazione per i lavori edili:
    - il proprietario o il nudo proprietario;
    - il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
    chi occupa l’immobile a titolo di locazione o comodato.
    Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese, le fatture e i bonifici siano a lui intestati e purché la condizione di convivente o comodatario sussista al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori
    Tra le altre cose, le agevolazioni fiscali si perdono se non vengono esibite le fatture o ricevute relative alle spese, non è esibita la ricevuta del
    bonifico bancario o postale oppure questa è intestata a persona diversa da quella che richiede la detrazione.
    Trasferimento dell’inquilino o del comodatario
    La cessazione dello stato di locazione o comodato non fa venire meno il diritto alla detrazione in capo all’inquilino o al comodatario che hanno eseguito gli interventi oggetto della detrazione, i quali continueranno quindi a fruirne fino alla conclusione del periodo di godimento.
    Cumulabilità con la detrazione irpef per il risparmio energetico
    La legge finanziaria 2008 ha prorogato anche la detrazione Irpef del 55% a favore dei contribuenti
    che effettuano interventi di riqualificazione energetica negli edifici entro il 31 dicembre 2010.
    La detrazione d’imposta del 36 per cento per gli interventi di recupero edilizio non è cumulabile con le agevolazioni fiscali previste per i medesimi interventi dalle disposizioni finalizzate al risparmio energetico.
    Pertanto, nel caso in cui gli interventi realizzati rientrino sia nelle agevolazioni previste per il risparmio energetico che in quelle previste per le ristrutturazioni edilizie, il contribuente può usufruire, per le medesime spese, soltanto dell’uno o dell’altro beneficio fiscale, rispettando gli adempimenti specificamente previsti in relazione a ciascuna di esse.
    (in tal senso si é espressa di recente l'Agenzia delle Entrate, nella propria guida).





    Citazione Originariamente Scritto da piermarteripiero.pier1@tin.it Visualizza Messaggio
    Un genitore, con due figli conviventi, proprietario di di un appartamento intende procedere al restauro conservativo dell'immobile con successivo frazionamento in tre unità immobiliari mediante licenza edilizia.
    Interessati alle pratiche del 36% e 55% sono solo i figli.La pratica del 36% verrà inoltrata dal genitore proprietario dell'immobile prima dell'inizio dei lavori. La pratica del 55% sarà, a lavori eseguiti inoltrata dal genitore.
    Si chiede:Possono i due figli godere singolarmente delle agevolazioni ? Dei due figli può uno godere della agevolazione del 36% e l'altro del 55%?
    I due figli per dimostrare che sono detentori dell'immobile devono stipulare contratto di comodato gratuito con il genitore ?
    Per le fatture dei lavori è corretto intestarle al genitore ed i bonifici fatti dai figli?
    Il tetto massimo di € 48.000 può essere considerato per ogni figlio in considerazione del fatto che ciascuno di loro ha l'uso gratuito di porzione dell'immobile?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15