Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20

Discussione: Capitale sociale

  1. #1
    alexa80 è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    180

    Predefinito Capitale sociale

    Salve a tutti,
    vi faccio una domanda su una cosa che non mi è molto chiara..

    Quando si costituisce una società..ad esempio una srl..il capitale sociale minimo è di 10.000 €.

    Il codice civile dispone che venga versato all'atto della costituzione il 25%..quindi 2.500 €.

    Ora, le domande che mi pongo sono due:

    1) la restante parte verrà mai (o meglio dovrà essere) versata?
    2) questi 2.500 € una volta versati a titolo di conferimento iniziale verranno tenuti in banca finchè la sociè non verrà sciolta oppure li terrà l'amministratore?

    Questa cosa non riesco a capirla..chi di voi sa chiarirmela? Una persona mi ha anche detto che questi 2.500 € in un primo momento vengono versati ma poi..ridati indietro..e che si tratta semplicemente di una cosa simbolica!

    Allora..chi mi aiuta a capire?

    Un grazie a chi mi risponderà.

    Alexa

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,326

    Predefinito

    L'informazione ricevuta è assolutamente errata.

    Il capitale sociale deve essere interamente sottoscritto e versato per il 25% in fase costitutiva e per il residuo secondo il richiamo fatto dagli amministratori.

    Una volta versate le quote sottoscritte, fanno parte del patrimonio della società e la restituzione ai soci avverrà solo a seguito di scioglimento della società stessa, semprechè non sia stato azzerato dalle perdite.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    L'avatar di roby
    roby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Rimini, Italy
    Messaggi
    2,176

    Predefinito

    ... e preciso che il 25% del capitale inizialmente vincolato come richiesto dal Codice Civile, viene poi "liberato", i soldi vengono restituiti alla società, una volta che la stessa sarà stata registrata al registro ed avrà acquisito personalità giuridica

  4. #4
    ricnic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    415

    Predefinito

    alla costituzione viene versato il 25% in banca, sul conto corrente della ditta, , portandone la ricevuta all'atto di costituzione. La rimanenza del 75% viene versata sempre in banca con la stessa causale. La disponibilità di questi soldi è sul conto corrente e a un certo punto vengono utilizzati....Sulla carta rimane sempre il versamento del capitale sociale interamente versato, ma nella realtà della vita quotidiana vengono immessi circolazione. Magari si acquistano dei macchinari, dei beni ecc. Se poi la dittà verrà chiusa, questo capitale sociale che era stato versato, deve comunque tornare in liquidità sul conto corrente. O meglio conti alla mano ci devono essere tanti soldi disponibili almeno quanto è il capitale sociale ed eventualmente i prestiti da parte dei soci. Nella mancanza, si perdono. (oviamente con e dovute rettifiche contabili )

  5. #5
    alexa80 è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    180

    Predefinito Quindi..fatemi capire..

    prima della costituzione della società si versa il 25%..

    la ricevuta di versamento viene portata dal notaio in sede di costituzione in modo che il notaio attesti l'effettiva presenza sul conto aziendale del capitale sottoscritto e versato.

    la società viene costituita..

    i soldi sul conto rimangono lì..non possono essere prelevati..

    quindi ad esempio..nel caso di necessità di denaro si effettuano apporti da parte dei soci..creando un conto a parte..per poi restituirli ai soci quando la società avrà maggiori disponibilità..

    nel frattempo il capitale sociale versato è sempre pari al 25%..e risulta sempre in banca..

    Ora..

    quando si versa il restante 75%? è obbligatorio? io penso di si..perchè sempre nel caso di una srl..il capitale minimo è di 10.000 €..un importo al di sotto di 10.000 € comporterebbe un reintegro o lo scioglimento della società..

    Oppure..

    supponiamo che con il capitale sociale ci si acquisti un macchinario..quindi..in termini di capitale sociale in banca risulta zero ma in azienda (e quindi nello stato patrimoniale) risulta un 10.000 (valore del macchinario). Questo macchinario viene costantemente revisionato in modo da effettuare tutte le manutenzioni necessarie. In questo caso le manutenzioni..vanno ad accrescere il capitale sociale?

    Mamma mia che discorso ingarbugliato..magari è più facile di quello che sembri..nella vita pratica non è così incasinato..i miei dubbi sorgono da semplice studio di manuali in cui viene riportata tutta la pappa del 25%..ma poi..si ferma lì..

    Scusate se mi sono dilungata un pò troppo..spero di avere un chiarimento..magari anche con esempi pratici..oppure se conoscete dei testi abbastanza specifici su questo argomento..segnalatemeli..

    un saluto

    Alexa

  6. #6
    dobrey è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    110

    Predefinito

    Salve,

    ti stai ingarbugliando le relazioni neuronali.

    Rileggiti Ricnic sopra e fermati lì per quanto riguarda il capitale.

    Tutte le altre operazioni che hai indicate, quelle entrano nei conti patrimoniali e/o economici.

    Fermati quì e respira.
    Gennaro Nardi Pescara

  7. #7
    ricnic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    415

    Predefinito

    ho fatto un po' di ingarbugliamento anche io. Riepilogo brevemente.
    Il 25% prima, il 75% subito dopo la costituzione. Si versano in banca con apposita causale di versamento " 25% conferimento capitale sociale " , ricevuta dal notaio, poi si versa il resto " 75% conferimento capitale sociale ". In contabilità si rileva il versamento e viene registrata la posta in pareggio tra banca, soci, capitale sociale ecc. Sulla carta siamo a posto. Il capitale sociale è stato versato e in banca ci sono 10.000 euro. Da qui, partiamo a spenderli...tutte le spese sono in uscita dalla banca e in entrata su altri conti in p.d. ( macchinari, attrezzatura, mobili, bolletta, stipendi ). La nostra scheda del capitale sociale non la tocca nessuno perchè non la si tocca. Quando e se mai la ditta dovesse chiudere, o in caso di controlli o che so io, bisognerà che i soldi siano in banca ( ovvero che sul conto ci siano almeno i 10.000 euro . Se non ci fossero e la contabilità fosse stata tenuta bene, il capitale sociale che manca in banca dovrà necessariamente essere reintegrato con finanziamento soci infruttifero o figurare speso in conto perdita....
    Più o meno spiegato semplicemente.....

    ciao

  8. #8
    ninive è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1

    Predefinito

    e se il versamento del restante 75% non viene fatto da uno o piu soci.
    scusate l'intromissioni

  9. #9
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ninive Visualizza Messaggio
    e se il versamento del restante 75% non viene fatto da uno o piu soci.
    scusate l'intromissioni
    La legge dà alla società il potere di escludere il socio moroso, vendendo la sua quota in danno.

    ciao

  10. #10
    vincenzoros è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    142

    Predefinito

    Una volta versato il 25% su un c/c bloccato su cui non si può operare si porta la ricevuta dal notaio e dopo la costituzione portando in banca l'atto di costituzione il conto viene sbloccato. Si apre (o si trasforma il precedente) un c/c ordinario e la quota del 25% viene versata sul conto corrente. Ora facciamo un caso semplice. Srl con due soci di cui uno amministratore. Non vi è nessun obbligo di versare il 75% in banca ma può essere versato anche in cassa. Ora è chiaro che è un cane che si morde la coda. Perchè il c.s. minimo deve essere di 10mila euro altrimenti la srl si scioglie quindi per quanto si possano fare giochetti contabili per far risultare il c.s. interamente versato in caso di accertamento o di liquidazione o cessazione della società il c.s. ci deve essere. Nel senso che i creditori devono avere come garanzia il c.s. (ovvero nel caso di specie i 10mila euro minimi). Se non risulta in banca o in cassa o con conferimenti in natura si rientra nel campo del penale esulando completamente dal discorso dell'autonomia patrimoniale. Spero di essere stato chiaro.
    Ultima modifica di vincenzoros; 03-02-11 alle 10:58 PM

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Capitale sociale
    Di marco.M nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 29-11-12, 08:59 AM
  2. Cessione quota sociale srl con riserva futuro aumento capitale sociale
    Di Comm nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-02-12, 12:19 PM
  3. Capitale sociale
    Di maxvale nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-12-11, 11:18 PM
  4. capitale sociale snc
    Di alessio72 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 27-02-09, 08:26 AM
  5. Capitale sociale
    Di lucamarabese nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-02-09, 08:27 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15