Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: tassazione plusvalenze

  1. #1
    tenten è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    14

    Predefinito tassazione plusvalenze

    Buongiorno a tutti, ho un problema fiscale che mi attanaglia. Malgrado diverse ricerche non ho trovato pronunce ufficiali da parte del Fisco.
    Ho una snc che nel 2006 si è trasformata in srl perciò presenta due dichiarazioni per il medesimo esercizio statutario. Nel 2004 ha realizzato una plusvalenza per cessione di un immobile di € 1.500.000 ed ha optato per la tassazione della stessa in 5 anni. L'art. 87 parla di rateazione in 5 "esercizi" (mentre nell'art. 84 per il riporto delle perdite si parla di "periodi d'imposta") quindi mi chiedo: la quota del 2006 devo dividerla nei due distinti periodi d'imposta? Oppure devo imputare ai due periodi due quote intere della plusvalenza?
    Come dicevo, non ho trovato pronunce ufficiali ma solo pareri di studiosi che peraltro si dividono!!! Capirete che, a causa degli importi elevati, la scelta non è indolore...
    Potete aiutarmi? Vi è già capitato?
    Grazie

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tenten Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti, ho un problema fiscale che mi attanaglia. Malgrado diverse ricerche non ho trovato pronunce ufficiali da parte del Fisco.
    Ho una snc che nel 2006 si è trasformata in srl perciò presenta due dichiarazioni per il medesimo esercizio statutario. Nel 2004 ha realizzato una plusvalenza per cessione di un immobile di € 1.500.000 ed ha optato per la tassazione della stessa in 5 anni. L'art. 87 parla di rateazione in 5 "esercizi" (mentre nell'art. 84 per il riporto delle perdite si parla di "periodi d'imposta") quindi mi chiedo: la quota del 2006 devo dividerla nei due distinti periodi d'imposta? Oppure devo imputare ai due periodi due quote intere della plusvalenza?
    Come dicevo, non ho trovato pronunce ufficiali ma solo pareri di studiosi che peraltro si dividono!!! Capirete che, a causa degli importi elevati, la scelta non è indolore...
    Potete aiutarmi? Vi è già capitato?
    Grazie
    La tassazione rateale delle plusvalenze realizzate è da tempo oggetto di differenti valutazioni e comportamenti da parte dei contribuenti, sopratutto in presenza di esercizi di durata minore a 12 mesi.
    I comportamenti possibili, in tale situazione, sono presumibilmente tre:
    1- Ciascun periodo di imposta è autonomo, per cui la plusvalenza va indicata per intero per ciascuno di esso a prescindere dalla sua durata (quindi in quell'anno particolare la rata diventerebbe doppia)
    2- In caso di periodo di imposta di durata inferiore a 12 mesi, la rata della plusvalenza va ragguagliata alla durata in mesi (x/12 per il primo periodo infrannuale, y/12 per il secondo periodo infrannuale)
    3- In caso di doppio periodo di imposta in un singolo anno, la rata della plusvalenza va attribuita al periodo coincidente con la chiusura dell'esercizio sociale (normalmente il 31 dicembre).
    A questo punto, quale soluzione scegliere ?
    Fino ad oggi in casi simili ho sempre adottato la soluzione due, sia in relazione al contenuto della circolare ade 82/e dell'1.4.2003 sia in relazione al fatto che concettualmente la definizione di "periodo d'imposta" non ha lo stesso significato della definizione "periodo di esercizio dell'impresa" (non mi dilungo su tale distinzione per non scrivere un libro).
    Ragionando sulle altre due soluzioni, ritengo attuabile anche la terza soluzione (in senso favorevole: L. Sorgato su Corriere Tributario 23/2003), mentre rimango contrario alla prima in quanto causerebbe un eccesso di tassazione ed una situazione di iniquità certamente non voluti dal legislatore (ma su quest'ultima affermazione .. meglio sorvolare).
    Ciao

  3. #3
    tenten è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    14

    Predefinito

    ti ringrazio per il tuo parere e per il suggerimento! Ne farò tesoro... in effetti la terza soluzione è quella che avevo pensato inizialmente ma è anche quella che è più favorevole per il contribuente, perciò (forse inconsciamente anche per quelle situazioni di iniquità non volute a cui alludi) l'avevo scartata (anche se mi pareva comunque logica)!!
    ciao e buon lavoro

Discussioni Simili

  1. Calcolo Tassazione Separata Plusvalenze
    Di angelica.11 nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 29-07-09, 04:21 PM
  2. ratezione plusvalenze per tassazione separata
    Di ias72 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-06-09, 04:33 PM
  3. Tassazione plusvalenze all'estero
    Di Silvan nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-04-09, 11:20 AM
  4. tassazione plusvalenze aree edificabili
    Di privit nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 05-05-07, 08:08 AM
  5. plusvalenze e tassazione
    Di maripo nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-05-07, 09:07 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15