Gentili colleghi, scusate l'insistenza..vi riformulo meglio il quesito che intendo sottoporvi e vi sarei grata se mi deste una risposta con i relativi riferimenti normativi:
Un professionista iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti viene nominato quale esperto di diritto societario presso l'ente Provincia ai sensi dell'art.90 del TUEL, cioè nello staff della Provincia.Il dirigente sostiene che la prestazione non puo' essere pagata come attività autonoma ( C.P. 4%, Iva 20%, Rit Acc. 20%), ma come dipendente nella forma di collaborazione con contratto subordinato a tempo determinato, sostenendo altresi' che tale disposizione è richiesta dalla Corte dei Conti.Ove fosse cosi', il professionista dovrebbe cancellarsi dall'Albo? Pur trovando strana questa interpretazione, considerato che il costo che sosterrebbe l'ente locale, con il contratto a tempo indeterminato sarebbe notevolmente superiore.Grazie.