Un commerciante al dettaglio rilascia diversi scontrini fiscali parlanti ad un cliente (il quale paga con un differimento di 30 gg dalla data della fattura) e a fine mese emette una fattura riepilogativa. E' corretto riportare nel registro dei corrispettivi del mese la fattura riepilogativa ed escludere in tal modo dal totale giornaliero dei corrispettivi gli scontrini parlanti in essa riepilogati?
E se l'attività consistesse in una prestazione di servizi come ci si dovrebbe comportare? Gli scontrini parlanti non riscossi dovrebbero essere comunque indicati nel registro dei corrispettivi?