Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Artigiani e DdT

  1. #1
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,307

    Predefinito Artigiani e DdT

    Un artigiano idraulico che emette solo fatture su modulo fiscale, deve emettere anche DdT per i materiali/beni finiti/componenti che monta ai clienti? Oppure può limitarsi a descrivere genericamente in fattura l'impianto eseguito, magari listando caldaie, sanitari ecc.?
    Grazie
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  2. #2
    maxpatti79 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Catania
    Messaggi
    323

    Predefinito

    Personalmente non ho mai visto un ddt emesso da un artigiano.

  3. #3
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,065

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    Un artigiano idraulico che emette solo fatture su modulo fiscale, deve emettere anche DdT per i materiali/beni finiti/componenti che monta ai clienti? Oppure può limitarsi a descrivere genericamente in fattura l'impianto eseguito, magari listando caldaie, sanitari ecc.?
    Grazie
    Non mi sembra che sia mai stato stabilito l'esonero del ddt per il trasporto di beni da un cantiere all'altro. Dovrebbe essere emessa il documento di trasporto per attestare lo spostamento del materiale dal magazzino al cantiere ad altro cantiere.
    Mi domando infatti se mi fermasse la guardia di finanza durante questi spostamenti come faccio a vincere la presunzione che non si tratti di cessione?

  4. #4
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,307

    Predefinito

    In realtà non sarebbe uno spostamento da un cantiere all'altro, ma dalla sede dell'artigiano al cantiere. Se non ricordo male, poi, il DdT, contrariamente alla bolla di accompagnamento, non è nemmeno obbligatorio che accompagni la merce... potrebbe essere emesso entro le 24 del giorno di partenza, se la memoria non mi inganna. Help pretty help?
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  5. #5
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,065

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    In realtà non sarebbe uno spostamento da un cantiere all'altro, ma dalla sede dell'artigiano al cantiere. Se non ricordo male, poi, il DdT, contrariamente alla bolla di accompagnamento, non è nemmeno obbligatorio che accompagni la merce... potrebbe essere emesso entro le 24 del giorno di partenza, se la memoria non mi inganna. Help pretty help?
    Secondo me fai un po' di confusione con la fattura. Se non emessa immediatamente e per "accompagnare" la merce durante il trasporto puo' essere emessa entro le 24 ore.

    Tutte le volte che i trasporti di merce hanno una causale differente dalla cessione secondo me devi fare il DDT.

    Potremmo parlare delle conseguenze della mancata emissione del documento per capirne meglio "il costo dell'omissione" .

  6. #6
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,307

    Predefinito

    Mi par di capire che la questione è controversa.
    Mi pongo il problema perchè il DdT accompagna la merce, e fin qui ci siamo. Anche se, secondo la circolare 249/E del 1996, può anche non accompagnare la merce, purchè sia spedito o inviato nello stesso giorno, per posta, fax, corriere, non importa. Non è questo il punto.
    Il fatto è che l'artigiano che fa un impianto idraulico, o che installa una caldaia, in realtà non vende un bene, ma un servizio. Normalmente, non vende un bene con installazione, ma esegue un lavoro sui "muri" del cliente. Ed è inquadrato nel settore delle costruzioni, non del commercio.
    Quindi, se il DdT deve accompagnare la merce "venduta", a me parrebbe che, nella fattispecie in cui l'idraulico non si limita a vendere semplicemente un bene, ma esegue in realtà un impianto, non dovrebbe essere tenuto all'emissione del DdT.
    C'è poi da considerare che il DdT è obbligatorio in caso di fatturazione differita. Però la fattispecie è prevista normalmente solo nella cessione di beni, mentre per le prestazioni di servizi il momento impositivo ai fini Iva è il pagamento.
    E a me gira la testa!?
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  7. #7
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,065

    Predefinito

    Secondo me, non c'é una norma che esonera dalla emissione di un ddt quando la causale non é cessione di beni, come il conto deposito o il conto lavorazione.

    Andare in giro con una caldaia che installerò in un immobile, se non è accompagnato da una ddt che ne specifica la causale, potrebbe essere intesa come cessione di beni.

  8. #8
    LANNA è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    954

    Predefinito

    A mio avviso l'artigiano dovrà emettere la ricevuta fiscale integrandola con i dati della merce che trasporta in conto lavorazione, il DDT precede la fattura differita, non ho mai sentito che potesse precedere una ricevuta fiscale.
    Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
    Albert Einstein

  9. #9
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,307

    Predefinito

    Sì, leggendo in giro mi par di capire che il DdT non sia obbligatorio per gli artigiani, a meno che non "vendano" merce. Il problema risulterebbe, semmai, in caso di fatturazione differita, e di contratti di appalto e d'opera, per la necessità di superare la presunzione di cessione.
    Ma, anche qui: DdT per trasporto di cosa? "Pezzi" identificabili, come caldaie, contatori, termosifoni ecc, d'accordo, ma per il resto? Tubazioni, raccorderie, ecc. indicati genericamente come materiale di consumo?
    Questo benedetto DdT dovrebbe servire a superare la presunzione di cessione, ma se io finisco il lavoro in giornata, ed emetto subito la fattura, tra l'altro fiscale, il DdT a cosa serve?
    Mentre se eseguo un lavoro in più giorni, o magari attendo ad emettere la fattura fino al momento del pagamento, allora è opportuno che questo DdT lo emetta?
    E, domandone, domandone, se nessuno mi ha controllato fino ad adesso, ed io ho comunque fatturato tutto quello che dovevo fatturare, nessuno può oppormi per il passato che non avevo emesso DdT, giusto?
    E, cosina piccola piccola... non si può pensare che un piccolo artigiano, magari col regime dei minimi, emetta fatture listando fino all'ultimo pezzettino di tubo che usa per fare gli impianti. Fatturerà un impianto, magari indicando la caldaia, e per il resto forse farà riferimento al preventivo. Che comunque difficilmente sarà dettagliato fino all'ultima minuzia. O no?

    Sò noiosa, lo so...
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  10. #10
    studiovera è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,065

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    Sì, leggendo in giro mi par di capire che il DdT non sia obbligatorio per gli artigiani, a meno che non "vendano" merce. Il problema risulterebbe, semmai, in caso di fatturazione differita, e di contratti di appalto e d'opera, per la necessità di superare la presunzione di cessione.
    Ma, anche qui: DdT per trasporto di cosa? "Pezzi" identificabili, come caldaie, contatori, termosifoni ecc, d'accordo, ma per il resto? Tubazioni, raccorderie, ecc. indicati genericamente come materiale di consumo?
    Questo benedetto DdT dovrebbe servire a superare la presunzione di cessione, ma se io finisco il lavoro in giornata, ed emetto subito la fattura, tra l'altro fiscale, il DdT a cosa serve?
    Mentre se eseguo un lavoro in più giorni, o magari attendo ad emettere la fattura fino al momento del pagamento, allora è opportuno che questo DdT lo emetta?
    E, domandone, domandone, se nessuno mi ha controllato fino ad adesso, ed io ho comunque fatturato tutto quello che dovevo fatturare, nessuno può oppormi per il passato che non avevo emesso DdT, giusto?
    E, cosina piccola piccola... non si può pensare che un piccolo artigiano, magari col regime dei minimi, emetta fatture listando fino all'ultimo pezzettino di tubo che usa per fare gli impianti. Fatturerà un impianto, magari indicando la caldaia, e per il resto forse farà riferimento al preventivo. Che comunque difficilmente sarà dettagliato fino all'ultima minuzia. O no?

    Sò noiosa, lo so...
    Non so rispondere a tutte le tue domande che credimi mi pongo anch'io spesso.
    Però o c'è un vuoto normativo o qualcosa ci sfugge.
    Quindi mi limito alla norma.
    Te ne aggiungo un'altro di tassello per aiutarti nella "confusione". Per la merce comprata dall'idrauilico e non presente in azienda nel momento di una verifica di magazzino esiste la presunzione di cessione se non si dimostra che la stessa è uscita (ddt fatture registro).
    Quindi il ddt emesso dall'idraulico e come destinatario l'draulico stesso presso il cantiere e causale c/lavorazione o c/installazione forse aiuta
    Una precisazione: la ricevuta fiscale, per quello che dicevi prima, va emessa al termine della prestazione o del suo pagamento ma solo se quest'ultimo e' anteriore alla fine della prestazione.
    Ciao

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. pat artigiani con dipendenti
    Di lucia. nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 11-04-12, 08:18 PM
  2. autoliquidazione artigiani
    Di roxyg86 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 14-02-12, 10:23 AM
  3. Artigiani Metalmeccanici
    Di Patty76 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-02-09, 09:53 AM
  4. Inps artigiani
    Di PRANGIUSC nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 08-09-08, 08:04 PM
  5. IVS artigiani
    Di Alessandra nel forum F24 e invii telematici
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 07-02-08, 11:00 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15