Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Contabilizzazione finanziamento tasso zero

  1. #1
    seta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    591

    Predefinito Contabilizzazione finanziamento tasso zero

    Specifico che il titolo può essere in parte fuorviante....
    In pratica questo mio cliente ha iniziato a commercializzare pannelli solari con affiancata alla vendita anche il finanziamento a tasso zero.
    Sappiamo benissimo che in realtà gli interessi sono mascherati nel prezzo di vendita del bene che viene maggiorato degli stessi. Per cui il cliente finale riceve una fattura di vendita con un prezzo complessivo (valore bene+interessi) e in più sottoscrive un finanziamento e paga ratealmente la fattura alla finanziaria.
    Di contro il commerciante riceve dalla finanziaria il pagamento della sua fattura dedotta la quota interessi che addebita in una fattura intestata allo stesso.
    Come contabilizzo le due fatture (la vendita del bene e quella di acquisto con gli interessi)?
    Pensavo di registrare tutta la vendita nei ricavi e poi decurtare la stessa degli interessi oppure di scorporare la quota interessi ed inserirla in un conto di giro che dopo stornerò con la fattura di acquisto.
    Non vedo alternative.

    E' corretto?

    Attendo consigli.

    Grazie

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da seta Visualizza Messaggio
    Specifico che il titolo può essere in parte fuorviante....
    In pratica questo mio cliente ha iniziato a commercializzare pannelli solari con affiancata alla vendita anche il finanziamento a tasso zero.
    Sappiamo benissimo che in realtà gli interessi sono mascherati nel prezzo di vendita del bene che viene maggiorato degli stessi. Per cui il cliente finale riceve una fattura di vendita con un prezzo complessivo (valore bene+interessi) e in più sottoscrive un finanziamento e paga ratealmente la fattura alla finanziaria.
    Di contro il commerciante riceve dalla finanziaria il pagamento della sua fattura dedotta la quota interessi che addebita in una fattura intestata allo stesso.
    Come contabilizzo le due fatture (la vendita del bene e quella di acquisto con gli interessi)?
    Pensavo di registrare tutta la vendita nei ricavi e poi decurtare la stessa degli interessi oppure di scorporare la quota interessi ed inserirla in un conto di giro che dopo stornerò con la fattura di acquisto.
    Non vedo alternative.
    E' corretto?
    Attendo consigli.
    Grazie
    Secondo me il fatto che nel prezzo di vendita siano compresi gli interessi di dilazione è ininfluente.
    E' normale che l'impresa, nella determinazione del prezzo di vendita, tenga conto dei costi diretti, dei costi indiretti e degli oneri finanziari. Ma ciò non significa che si debba contabilmente compensare i ricavi con le spese che hanno contribuito alla determinazione degli stessi ricavi.
    Quindi, rileverei i ricavi secondo l'importo fatturato e tra gli oneri finanziari inserirei i costi effettivamente sostenuti, senza alcuna compensazione tra le due voci.
    Ciao

  3. #3
    seta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    591

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Secondo me il fatto che nel prezzo di vendita siano compresi gli interessi di dilazione è ininfluente.
    E' normale che l'impresa, nella determinazione del prezzo di vendita, tenga conto dei costi diretti, dei costi indiretti e degli oneri finanziari. Ma ciò non significa che si debba contabilmente compensare i ricavi con le spese che hanno contribuito alla determinazione degli stessi ricavi.
    Quindi, rileverei i ricavi secondo l'importo fatturato e tra gli oneri finanziari inserirei i costi effettivamente sostenuti, senza alcuna compensazione tra le due voci.
    Ciao
    Capisco la tua logica, però non ne sono del tutto convinta.
    In questo caso il prezzo di vendita è notevolmente "condizionato" (direi "gonfiato") dagli interessi del finanziamento.
    Se pensiamo che si parla di un valore di vendita di circa 6000,00 di cui 570,00 di interessi "mascherati", sono circa il 10%.
    In più così facendo ai fini IRAP, considerato che gli interessi non possono essere portati in detrazione, il cliente va a pagare su ricavi maggiorati!

  4. #4
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da seta Visualizza Messaggio
    Capisco la tua logica, però non ne sono del tutto convinta.
    In questo caso il prezzo di vendita è notevolmente "condizionato" (direi "gonfiato") dagli interessi del finanziamento.
    Se pensiamo che si parla di un valore di vendita di circa 6000,00 di cui 570,00 di interessi "mascherati", sono circa il 10%.
    In più così facendo ai fini IRAP, considerato che gli interessi non possono essere portati in detrazione, il cliente va a pagare su ricavi maggiorati!
    Pur prendendo atto della situazione particolare, rimango fermo sulla mia opinione.
    Le ipotesi sono due:
    1- Nella fattura di vendita la parte relativa agli interessi viene indicata separatamente, così da consentire la sua esclusione da irap (ma mi sembra che nel tuo caso non sia possibile, stante il "mascheramento")
    2- Nella fattura di vendita gli interessi vengono inglobati nel prezzo di vendita, con conseguente penalizzazione ai fini irap

    Se la tua interpretazione fosse ritenuta percorribile, qualsiasi imprenditore potrebbe scorporare dai ricavi (con giroconto) la parte inglobata nel prezzo di vendita per recuperare gli oneri finanziari, al fine di diminuire l'imponibile irap.

    Ciao

  5. #5
    seta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    591

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Pur prendendo atto della situazione particolare, rimango fermo sulla mia opinione.
    Le ipotesi sono due:
    1- Nella fattura di vendita la parte relativa agli interessi viene indicata separatamente, così da consentire la sua esclusione da irap (ma mi sembra che nel tuo caso non sia possibile, stante il "mascheramento")
    2- Nella fattura di vendita gli interessi vengono inglobati nel prezzo di vendita, con conseguente penalizzazione ai fini irap

    Se la tua interpretazione fosse ritenuta percorribile, qualsiasi imprenditore potrebbe scorporare dai ricavi (con giroconto) la parte inglobata nel prezzo di vendita per recuperare gli oneri finanziari, al fine di diminuire l'imponibile irap.

    Ciao
    Effettivamente il tuo ragionamento è corretto.
    Nella sostanza la fattura di vendita ingloba gli interessi del finanziamento e oggettivamente con i soli due documenti contabili che mi ritrovo non vedo alternative. I dubbi comunque mi rimangono.
    Per adesso procederò alla contabilizzazione normale, come da te suggerito.

    Siccome la vendita di prodotti (elettrodomestici, auto. ecc.) spesso avviene con la formula di finanziamento a tasso zero e la pratica mi sembra sempre più diffusa, sicuramente qualche altro visitatore del forum avrà affrontato il problema.
    Attendo qualche altro intervento che ci possa chiarire le idee, per sapere come ha risolto la questione.

    Ti ringrazio della disponibilità che sempre dimostri a tutti i ns. quesiti.

    Ciao

  6. #6
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,748

    Predefinito

    Salve,

    concordo con la posizione di chi sostiene che lo scorporo della componente finanziaria del prezzo non sia praticabile, perchè non esiste la prova che - parafrasando una terminologia assicurativa - "il caricamento" sul prezzo d'acquisto sia di natura finanziaria (o parzialmente finanziaria).

    Il punto è che c'è un caricamento (il ricarico) che come dice Speedy non può essere sdoppiato nelle sue componenti se non arbitrariamente.

    Forse solo la teorica economico-aziendale potrebbe fornire le argomentazioni per sostenere in linea teorica lo sdoppiamento. Infatti, se il prezzo "per cassa" è minore del prezzo "a termine" la differenza è il costo della dilazione finanziaria.

    Ma il caricamento della componente finanziaria del prezzo finisce anche per questa via per essere un ricavo accessorio e in quanto tale componente costitutivo del ricavo di vendita.

    Saluti

  7. #7
    seta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    591

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Salve,

    concordo con la posizione di chi sostiene che lo scorporo della componente finanziaria del prezzo non sia praticabile, perchè non esiste la prova che - parafrasando una terminologia assicurativa - "il caricamento" sul prezzo d'acquisto sia di natura finanziaria (o parzialmente finanziaria).

    Il punto è che c'è un caricamento (il ricarico) che come dice Speedy non può essere sdoppiato nelle sue componenti se non arbitrariamente.

    Forse solo la teorica economico-aziendale potrebbe fornire le argomentazioni per sostenere in linea teorica lo sdoppiamento. Infatti, se il prezzo "per cassa" è minore del prezzo "a termine" la differenza è il costo della dilazione finanziaria.

    Ma il caricamento della componente finanziaria del prezzo finisce anche per questa via per essere un ricavo accessorio e in quanto tale componente costitutivo del ricavo di vendita.

    Saluti
    La ringrazio per l'intervento.

    Saluti

Discussioni Simili

  1. Errata contabilizzazione di un finanziamento società cooperativa, bilancio depositato
    Di ninohrd nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-06-13, 04:10 PM
  2. contabilizzazione acquisto auto professionista con finanziamento
    Di roberto.gallina nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 31-05-13, 04:45 PM
  3. Contabilizzazione finanziamento
    Di carmelo nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-09-11, 05:34 PM
  4. tasso attualizzazione
    Di Il Gabbiano nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-02-11, 10:42 AM
  5. tasso di interesse
    Di Daniele76 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-11-07, 02:05 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15