Salve a tutti,
vorrei cortesemente un confronto su questo caso.
Mario Ŕ nudo proprietario di una abitazione nella quale vive con i genitori usufruttuari nel comune X; l'abitazione Ŕ stata acquistata nel 1990 con l'agevolazione prima casa da privato;
Anna ha acquistato nel giugno 2004 un appartamento da impresa con agevolazione prima casa (iva al 4%) nel comune y.
Mario ed Anna (che nel frattempo si sono fidanzati ) decidono di acquistare a breve una appartamento da impresa nel comune z da adibire a propria abitazione principale volendo usufruire dell'agevolazione prima casa (Iva 4%).
Soluzione da me prospettata:
Mario dona la nuda proprietÓ ai genitori: in questo modo pu˛ usufruire dell'agevolazione sul nuovo acquisto; in questo modo non vi sono imposte da pagare in quanto donazione tra familiari;
Anna dona l'appartamento nel comune y ai genitori (giÓ residenti nello stesso comune y e proprietari della loro abitazione da oltre trent'anni): in questo modo pu˛ usufruire dell'agev. sul nuovo acquisto; anche qui non ci sono imposte da pagare in quanto dona ai genitori.
Ho un dubbio: i beneficiari della donazione (ovvero i genitori in entrambi i casi) sono chiamati a pagare qualche imposta? Ci sono problemi per il fatto che in origine le abitazioni erano state acquistate con agevolazione prima casa (eventuali differenze da versare)?
Grazie a tutti per l'aiuto!