Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Apertura p.iva di un'Associazione no profit

  1. #1
    lucal è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    148

    Predefinito Apertura p.iva di un'Associazione no profit

    Buongiorno. Avrei un quesito sull'apertura di p.iva di un'associazione di promozione musicale no-profit che al momento detiene solo c.f.. Vorrei sapere quali sono i costi in cui incorre e se deve dichiarare apertura alla c.c.i.a.a. con un codice attività. Vi sono enormemente grato qualora riusciste a darmi una guida.

  2. #2
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    A parte i costi, per un eventuale assistenza fiscale da parte di un professionista del settore, nessun costo.
    L'iscrizione al Rea solo se l'ente andrà ad esercitare un attività economica.



    Citazione Originariamente Scritto da lucal Visualizza Messaggio
    Buongiorno. Avrei un quesito sull'apertura di p.iva di un'associazione di promozione musicale no-profit che al momento detiene solo c.f.. Vorrei sapere quali sono i costi in cui incorre e se deve dichiarare apertura alla c.c.i.a.a. con un codice attività. Vi sono enormemente grato qualora riusciste a darmi una guida.

  3. #3
    Omografo è offline Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    100

    Predefinito

    L'iscrizione al REA comporta dei costi.
    Pignori rem acceptam usu non capi mus, quia pro alieno possidemus

  4. #4
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    Si é obbligato ad iscriversi, poi il diritto al Rea é annuale.



    Citazione Originariamente Scritto da Omografo Visualizza Messaggio
    L'iscrizione al REA comporta dei costi.

  5. #5
    lucal è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    148

    Predefinito

    sbaglio se dico che per aprire p.iva, essendoci solo c.f., è necessario modificare lo statuto e dunque euro 11,62 ogni 100 righe di statuto? Ed inoltre a quanto ammontano i costi di iscrizione e diritti annuali alla cciaa? ancora grazie 1000 a tutti gli intervenuti.

  6. #6
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    no, per aprire la partita iva non occorre modificare lo statuto.
    per quanto concerne il Rea, se l'ente non profit é obbligato ad iscriversi, mi pare di ricordare che i diritti di segreteria ammontino a 23 euro (pratica in formato cartaceo).


    Citazione Originariamente Scritto da lucal Visualizza Messaggio
    sbaglio se dico che per aprire p.iva, essendoci solo c.f., è necessario modificare lo statuto e dunque euro 11,62 ogni 100 righe di statuto? Ed inoltre a quanto ammontano i costi di iscrizione e diritti annuali alla cciaa? ancora grazie 1000 a tutti gli intervenuti.

  7. #7
    lucal è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    148

    Predefinito

    ma non c'è anche il diritto camerale come per tutte le altre iscrizioni? inoltre, spero di nn essere ingordo nelle richieste, qualora un'associazione no profit emetta poche ricevute come attività commerciali occasionali, è tenuta a versarne l'iva o può continuare ad emettere semplici ricevute senz'iva come per l'attività istituzionale? grazie tante ancora

  8. #8
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lucal Visualizza Messaggio
    ma non c'è anche il diritto camerale come per tutte le altre iscrizioni?

    Gli iscritti al solo REA non pagano il DIRITTO ANNUALE.
    “Commercialista Telematico. Né SKY, né RAI. Abbonarsi conviene. ”.

    Lavora facile con qualità e risparmio. Lavora CONTABILE TELEMATICO

  9. #9
    shailendra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,417

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lucal Visualizza Messaggio
    ma non c'è anche il diritto camerale come per tutte le altre iscrizioni? inoltre, spero di nn essere ingordo nelle richieste, qualora un'associazione no profit emetta poche ricevute come attività commerciali occasionali, è tenuta a versarne l'iva o può continuare ad emettere semplici ricevute senz'iva come per l'attività istituzionale? grazie tante ancora
    Poche o tante, se fa attività commerciale deve pagare l'Iva. Puoi comunque scegliere il regime agevolato della 398/2001 (a memoria) in cui paghi l'Iva forfettariamente sul 50% dell'imponibile, non devi fare la dichiarazione Iva, e hai altre semplificazioni

  10. #10
    lucal è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    148

    Predefinito

    penso male se dico che ai sensi degli artt. 1 e 5 del DPR 633/72, per prestazioni a carattere occasionale, poste in essere da persone fisiche o associazioni senza scopo di lucro, manca il presupposto di imponibilità in quanto sono attività non esercitate in via abituale? Può essere un ipotesi ragionevole?

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Associazione no profit
    Di firenze66 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-02-12, 03:21 PM
  2. Associazione no profit
    Di xxxMANUxxx nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29-09-11, 05:02 PM
  3. associazione nn profit
    Di pollon80 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-07-11, 04:02 PM
  4. Associazione no profit ed Iva
    Di Matt80 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19-04-10, 07:31 PM
  5. Associazione no profit
    Di cgmtech nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23-04-08, 03:03 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15