Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Regolarizzazione colf e badanti

  1. #1
    L'avatar di roby
    roby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Rimini, Italy
    Messaggi
    2,176

    Predefinito Regolarizzazione colf e badanti

    in due parole.... cosa si deve fare?

  2. #2
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    Per la procedura di regolarizzazione bisogna presentare la dichiarazione di emersione fra il primo e il 30 settembre 2009 all'Inps per il lavoratore italiano e per il cittadino Ue o allo sportello unico per l'immigrazione per il lavoratore extracomunitario.

    Chi falsifica queste dichiarazioni di emersione rischia fino a 6 anni di carcere. Sono stati fissati anche limiti minimi di reddito per il datore che regolarizza il lavoratore in nero. Ogni nucleo familiare, inoltre, potrà regolarizzare al massimo 3 lavoratori extra Ue: una colf per il lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare e 2 badanti per le attività di assistenza a persone affette da patologie o handicap che ne limitano l'autosufficienza.

    La domanda per la sanatoria di colf e badanti può essere presentata da un datore di lavoro italiano o cittadino di un Paese dell'Unione europea o extracomunitario (se in possesso di titolo di soggiorno), che al 30 giugno 2009 impiegava irregolarmente alle proprie dipendenze da almeno 3 mesi lavoratori italiani o cittadini di un Paese Ue o lavoratori extracomunitari presenti in Italia. I lavoratori devono essere impiegati come colf o badanti.

    La dichiarazione da presentare, con modalità informatiche, allo sportello unico per l'immigrazione per i lavoratori extra Ue deve contenere i dati identificativi del datore di lavoro, compresi i dati relativi al titolo di soggiorno, se il datore di lavoro è extracomunitario, le generalità e la nazionalità del lavoratore, gli estremi del passaporto o di un altro documento ugualmente valido per l'espatrio.

    Il datore di lavoro dovrà poi indicare tipologia e modalità di impiego e allegare l'attestazione dell'occupazione del lavoratore per il periodo previsto dalla sanatoria, la dichiarazione della retribuzione convenuta (non inferiore a quella prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro) e, in caso di lavoro domestico, l'orario lavorativo a tempo pieno o a tempo parziale non inferiore a 20 ore settimanali, e, infine, la proposta di contratto di soggiorno, gli estremi della ricevuta di pagamento del contributo forfetario.

    Non potranno effettuare la procedura di emersione i lavoratori extracomunitari destinatari già di un provvedimento di espulsione o quando lo straniero sia segnalato ai fini della non ammissione in Italia in base ad accordi o convenzioni internazionali e, infine, gli extracomunitari che risultino condannati anche con sentenza non definitiva.


    Autore:

    Marianna Quatraro
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  3. #3
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    Mettere in regola una collaboratrice domestica extra UE costerà 500 euro. La grande novità riguarda il fatto che il datore di lavoro, nei soli casi di impiego per i servizi alla persona e alla famiglia, dichiarerà allo Stato l’attività svolta dallo straniero, ma anche dall’italiano ottenendo una sorta di condono contributivo, previdenziale e fiscale.

    La somma di 500 euro dovrebbe garantire a lavoratore e datore di lavoro la non punibilità, giacchè si tratta di una vera e propria emersione di attività sommerse. Esclusi dalle istanze i soggetti con sanzioni penali o espulsi per motivi di pubblica sicurezza.

    Per quanto riguarda gli stranieri clandestini entrati nel Paese oltre i tre mesi precedenti all’entrata in vigore della legge, il nuovo reato di immigrazione clandestina, insieme al Ddl sicurezza che lo contiene, approvato dal Parlamento, entrerà comunque in vigore non prima della norma sulla regolarizzazione. In questo modo si potrà escludere qualunque possibile arresto di badanti e colf o perlomeno espulsioni decise a seguito di un giudizio del tribunale.

    La denuncia per aprire la pratica di regolarizzazione la potranno fare cittadini italiani, europei o anche extracomunitari se in possesso della carta di soggiorno che si ottiene dopo almeno cinque anni di permanenza in Italia. Potranno essere regolarizzate colf e badanti straniere ma anche italiane e ogni famiglia potrà chiedere di mettere in regola una colf e due badanti.

    Se si chiede la regolarizzazione di una badante occorre fornire la documentazione che prova la patologia o l'handicap, altrimenti non sarà stipulato alcun contratto. Le denunce per i lavoratori italiani andranno presentate all'Inps tramite moduli ad hoc. Quelle per i cittadini extracomunitari attraverso il web allo sportello unico per l'immigrazione. Le denunce andranno fatte dal primo al trenta settembre.



    Autore:

    Marcello Tansini
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  4. #4
    jahred Guest

    Predefinito

    Nel caso di un lavoratore extracomunitario clandestino per il quale si è chiesta la regolarizzazione ma questa venga rigettata, il datore di lavoro a quel punto avendo denunciato una situazione irregolare, poi non regolarizzata, cosa rischia?
    Può a quel punto essergli contestato il reato di favoreggiamento all'imigrazione clandestina con relative sanzioni civili e penali?

  5. #5
    RENA84 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,076

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jahred Visualizza Messaggio
    Nel caso di un lavoratore extracomunitario clandestino per il quale si è chiesta la regolarizzazione ma questa venga rigettata, il datore di lavoro a quel punto avendo denunciato una situazione irregolare, poi non regolarizzata, cosa rischia?
    Può a quel punto essergli contestato il reato di favoreggiamento all'imigrazione clandestina con relative sanzioni civili e penali?
    La questione penale non la conosco bene, sotto l'aspetto civile si rischia la maxi multa prevista dal decreto Bersani 3000 Euro più 150 Euro al giorno.

  6. #6
    jahred Guest

    Predefinito

    Il concetto era se è valido o meno presentare istanza di regolarizzazione dal momento che in caso di rigetto:
    - si perdono i 500 €
    - si denuncia una situazione irregolare con conseguente possibile azione di recupero contributi e sanzioni amministrative per lavoro nero, nonchè possibili illeciti civili e penali per l'ingresso irregolare in territorio italiano.
    Conviene uscire allo scoperto o mi sfugge qualcosa?

  7. #7
    f.p
    f.p è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    1,554

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jahred Visualizza Messaggio
    Nel caso di un lavoratore extracomunitario clandestino per il quale si è chiesta la regolarizzazione ma questa venga rigettata, il datore di lavoro a quel punto avendo denunciato una situazione irregolare, poi non regolarizzata, cosa rischia?
    Può a quel punto essergli contestato il reato di favoreggiamento all'imigrazione clandestina con relative sanzioni civili e penali?
    è solo il mio parere .. ma ritengo che l'ipotesi di reato cui accenni possa, caso mai, configurarsi solo per il periodo successivo al rigetto della domanda di regolarizzazione, ove si accerti la permanenza dello straniero presso quel datore: sarebbe illogico ipotizzarlo per il periodo precedente!
    "Alcune persone sognano cose importanti, altre stanno sveglie e le fanno".

  8. #8
    dan
    dan è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    240

    Predefinito

    mi aggancio per avere il vostro parere su un dubbio che molti hanno :
    viene sanata la posizione di un extracomunitaria come badante o colf ed ottiene il permesso di soggiorno ; a questo punto potrebbe lasciare in tronco il datore di lavoro e non avere conseguenze ?

Discussioni Simili

  1. Regolarizzazione colf?
    Di alex88 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-01-13, 07:06 PM
  2. ..colf badanti
    Di leo02 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-12-09, 12:37 PM
  3. sanatoria colf e badanti...
    Di conslavoro nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-09-09, 03:49 PM
  4. Regolarizzazione colf e badanti
    Di jemar nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-09-09, 04:11 PM
  5. regolarizzazione colf e badanti
    Di conslavoro nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01-09-09, 08:04 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15