Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Decesso dell'imprenditore artigiano e problematiche successorie

  1. #1
    Byllina è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    7

    Predefinito Decesso dell'imprenditore artigiano e problematiche successorie

    Impresa familiare: muore il titolare e intende proseguire l'attività un figlio che già lavora nell'impresa come dipendente, mentre la moglie prosegue come coadiuvante. Si chiede:
    1. ai fini Iva è sufficiente iscrivere il solo figlio che intende proseguire l'attività come ditta individuale evitando il passaggio di un ulteriore regolarizzazione entro un anno prevista quando ci sono più eredi?

    2. ai fini Inail occorre fare una variazione cambiando il titolare per cui mantiene lo stesso codice ditta e pat oppure chiudere la posizione e riaprirne un'altra?

    In attesa di un vostro riscontro vi saluto e ringrazio

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Byllina Visualizza Messaggio
    Impresa familiare: muore il titolare e intende proseguire l'attività un figlio che già lavora nell'impresa come dipendente, mentre la moglie prosegue come coadiuvante. Si chiede:
    1. ai fini Iva è sufficiente iscrivere il solo figlio che intende proseguire l'attività come ditta individuale evitando il passaggio di un ulteriore regolarizzazione entro un anno prevista quando ci sono più eredi?
    2. ai fini Inail occorre fare una variazione cambiando il titolare per cui mantiene lo stesso codice ditta e pat oppure chiudere la posizione e riaprirne un'altra?
    In attesa di un vostro riscontro vi saluto e ringrazio
    Un simile argomento è stato già trattato qui:

    http://forum.commercialistatelematic...hlight=decesso

    Aggiungo:
    1- Ai fini iva il nuovo imprenditore dovrebbe presentare dichiarazione di inizio attività con assorbimento della vecchia partita iva
    2- Ai fini inail ritengo opportuno chiudere la vecchia posizione ed aprirne una nuova in quanto il codice fiscale del titolare è diverso
    3- Qualche problema potrebbe nascere dal fatto che, a partire dalla data del decesso, la comunione ereditaria diventa titolare dell'impresa. Pertanto, se uno solo degli eredi continua, occorrerebbe fare due passaggi iva: il primo dal defunto alla comunione ereditaria, il secondo dalla comunione ereditaria al nuovo titolare. Consiglio di consultare gli uffici ade locali per sapere se accettano un unico passaggio anzichè due.

    Non è detto inoltre che il doppio passaggio sia negativo. In alcuni casi è invece positivo, perchè potrebbe far emergere attività contabilmente non rilevate solo con tassazione successoria anzichè ordinaria. In questo caso, onde evitare plusvalenze, è opportuno che l'erede uscente doni (e non ceda) la propria quota all'erede imprenditore.

    Ciao

  3. #3
    Byllina è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Grazie mille!!

Discussioni Simili

  1. Decesso imprenditore individuale
    Di fabio12161 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-09-13, 07:26 PM
  2. Decesso del socio snc problematiche varie
    Di dani_b nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 02-08-12, 09:18 AM
  3. imprenditore artigiano impiantistica
    Di missy74 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-04-12, 11:37 AM
  4. decesso dell'amministratore/socio
    Di Giomas73 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-10-11, 08:17 AM
  5. Imprenditore artigiano individualeassunzione moglie
    Di missy74 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 21-10-10, 08:08 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15