Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: regimi dei minimi

  1. #1
    silviabrusca è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    18

    Predefinito regimi dei minimi

    buongiorno,avrei bisogno di 2 chiarimenti:
    1)ho un cliente che al 01/01/2008 è entrato nel regime dei minimi.
    Per sapere se nel 2010 posso tenerlo nel regime dei minimi per il controllo dei beni strumentali cosa devo considerare?
    Questo cliente oltre i beni strumentali paga anche il canone di locazione,è giusto sommare i beni strumentali e i canoni di locazione relativi agli anni 2007/2008/2009?
    esempio:
    2007 beni € 500,00, affitto €4000,00
    2008 beni zero affitto €4000,00
    2009 beni zero affitto €4000,00
    Totale € 12500,00.=

    2)Se nel 2010 ti accorgi di superare il valore di 15000,00 € , il cliente deve da quel momento cambiare regime contabile oppure cambiarlo dall'anno 2011?
    grazie.

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    1)Giusto. Devi sommare i beni strumentali e i canoni di locazione relativi agli anni 2007/2008/2009.

    2)Dall'anno 2011.

    ciao
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  3. #3
    silviabrusca è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    18

    Predefinito

    grazie mille di avermi risposto.
    ciao

  4. #4
    xd1976 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    San Giorgio a Cremano - NA
    Messaggi
    745

    Predefinito

    utilizzo qst post per chiedere un'ulteriore chiarimento

    poniamo il caso che il cliente in oggetto, volente o obbligato, passi al regime ordinario cosa accade per i beni strumentali (auto) dedotti con il criterio di cassa?
    E per fatture relative a prestazioni dell'anno precedente non computate perchè non ancora incassate in quell'anno?


    altra domanda: quanti di voi hanno optato per il regime ordinario pur avendo i requisiti per il regime per i contribuenti minimi...e perchè?
    Abbonato felice

  5. #5
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    1) visto che hai già dedotto tutto non farai ammortamenti, e visto che non hai detratto l'Iva non l'applicherai in caso di fuoriuscita

    2)visto che il risparmio d'imposta spesso è poco o nullo, soprattutto chi non ha altri problemi, tipo congruità agli studi, potrebbe non aver voluto cambiare x passare in un regiome che per ora è transitorio (2010 ad oggi è l'ultimo anno)

  6. #6
    xd1976 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    San Giorgio a Cremano - NA
    Messaggi
    745

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Il Gabbiano Visualizza Messaggio
    1
    2)visto che il risparmio d'imposta spesso è poco o nullo, soprattutto chi non ha altri problemi, tipo congruità agli studi, potrebbe non aver voluto cambiare x passare in un regiome che per ora è transitorio (2010 ad oggi è l'ultimo anno)
    Questo è una cosa che nn ho mai capito bene
    Sulla guida dell'AE non si legge che il regime in oggetto sia transitorio ma bensì che chi adotta il regime ordinario pur avendo il redime dei minimi come regime ordinario deve "scontare" almeno tre anni con il regime ordinario

    Pag 22
    "DISAPPLICAZIONE PER OPZIONE
    Il contribuente può fuoriuscire dal regime semplificato dei minimi, scegliendo di determinare le imposte sul reddito e dell’IVA nei modi ordinari.
    L’opzione può avvenire tramite “comportamento concludente”, addebitando ad esempio l’imposta sul valore aggiunto ai propri cessionari o committenti, ovvero esercitando il diritto alla detrazione dell’imposta. I contribuenti che optano per il regime ordinario devono porre in essere tutti gli adempimenti contabili ed extracontabili dai quali erano precedentemente esonerati.
    L’opzione per il regime ordinario deve poi essere comunicata all’Agenzia delle Entrate con la prima dichiarazione annuale IVA presentata successivamente alla scelta.
    L’opzione resta valida per almeno un triennio e, trascorso tale periodo minimo, si rinnova di anno in anno fino a quando permane la concreta applicazione della scelta operata.
    Decorso il primo triennio di applicazione del regime ordinario, il contribuente può in ogni momento scegliere di rientrare nel regime dei contribuenti minimi sempre che ne ricorrano i requisiti ed i presupposti"

    Abbonato felice

  7. #7
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da xd1976 Visualizza Messaggio
    poniamo il caso che il cliente in oggetto, volente o obbligato, passi al regime ordinario cosa accade per i beni strumentali (auto) dedotti con il criterio di cassa?
    E per fatture relative a prestazioni dell'anno precedente non computate perchè non ancora incassate in quell'anno?
    I beni strumentali sono già stati dedotti, quindi basta così.

    Il problema delle fatture relative a prestazioni dell'anno precedente non computate perchè non ancora incassate in quell'anno si pone solo per le imprese, non certo per i professionisti. Per loro dovrebbe essere scritto qualcosa nela circolare: io ad ontuito direi che vanno a tassazione nell'anno in cui si torna "ordinari" a prescindere dall'incasso.




    Citazione Originariamente Scritto da xd1976 Visualizza Messaggio


    altra domanda: quanti di voi hanno optato per il regime ordinario pur avendo i requisiti per il regime per i contribuenti minimi...e perchè?
    Agli inizi del 2008 ho illustrato le due situazioni ai clienti, mettendo sui due piatti della bilancia i pro e i contro. E, come sempre, ho aspettato che decidessero.
    Nel caso di richiesta classica: "dottore, lei cosa farebbe?", ho risposto che resterei ordinario per il solo fatto che vincenzone visco aveva detto che quello dei minimi era un regime conveniente.........
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  8. #8
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,853

    Predefinito

    Attenzione, per i beni strumentali ammortizzabili e per i beni non rivenduti (rimanenze ecc.), alla fuoriuscita dal regime, si applica la rettifica alla detrazione iva, stavolta in aumento (a credito) ai sensi dell art 19 bis2 dpr 633.
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

Discussioni Simili

  1. P.IVA regimi minimi: help me!
    Di il_cumenda nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 30-01-13, 06:39 PM
  2. Regimi dei minimi
    Di stefania2 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 15-06-11, 06:45 PM
  3. Regimi dei minimi
    Di stefania2 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-05-11, 08:27 AM
  4. regimi minimi si può non optare?
    Di granny nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 03-02-09, 06:41 PM
  5. Iva e regimi dei minimi
    Di Fabrizio Gritta nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 04-12-08, 03:39 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15