Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Detrazione 55% - 36%: una situazione particolare da risolvere

  1. #1
    lmassimo79 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    2

    Unhappy Detrazione 55% - 36%: una situazione particolare da risolvere

    Buon giorno a tutto il forum, mi sono trovato in una situazione particolarmente ingarbugliata e vi chiedo cosa fareste voi al posto mio.

    Un cliente ha comprato una vecchia casa fatiscente suddivisa catastalmente in 2 porzioni:

    PORZIONE "A": il cliente è nudo proprietario (ha acquistato in regime di seconda casa, lasciando l'usufrutto ad una signora anziana)

    PORZIONE "B": Il cliente è pieno proprietario dell'immobile acquistato con regime di prima casa.

    Il cliente ora intende avvalersi del "piano casa Regione Piemonte", abbatterà cioè completamente la PORZIONE "B" e ricostruirà, ampliando e andando a sfruttare il bonus cubatura del 35% andando quindi a costruire una casa a bassissimo consumo energetico.

    La PORZIONE "A" non verrà abbattuta ma vi saranno apportate anche in questa porzione di casa migliorie di risparmio energetico, d'impianto e strutturali. (Sostutuzione di pavimenti, serramenti, cappotto termico, impianto termico, rifacimento bagni)

    I soggetti che interverranno alla spesa dell'intervento sono i seguienti:

    1) Il cliente
    2) Il padre del cliente (che è attualmente convivente con il cliente)
    3) La madre del cliente (che è attualmente convivente con il cliente)
    4) L'usufruttuaria

    Siccome la spesa che sosterranno è alta e i soggetti che intervengono alla spesa stessa sono ben 4, il cliente mi chiede come fare a "smistare" le fatture in modo da far detrarre a tutti e 4 il più possibile.

    Secondo voi:

    - Può detrarre il 36% da entrambe le porzioni di casa 36% (porz. "A")+36% (porz. "B)? (presumo di si)

    - La porzione "B" essendo da abbattere e ricostruire ampliando (con bonus Piano Casa) non potrebbe usufruire della detrazione del 55% (o sbaglio?) come potrei fare ottenere al mio cliente la detrazione del 55% anche per la porzione "B" oltre che per la "A" che gli spetta di diritto... esempio dirottando tutte le fatture relative a pannelli solari, cappotti termici, finestre ecc.. sulla porzione "A"

    -Può il cliente ritenere che l'invervento "B" (abbattimento totale+ricostruzione) sia in tutti gli effetti da ritenersi una nuova costruzuzione e ottenere quindi l'iva al 4% per le nuove costruzioni prima casa) rinunciando pero alle detrazioni 36% e 55% sulla sola porzione "B"


    In parole povere: come gestireste voi questa complessa situazione cercando di far detrarre ai 4 soggetti il più possibile, tenendo conto del tipo di intevento????


    Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno darmi il loro preziosissimo aiuto!


    Buona Giornata
    Max

  2. #2
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    Sto facendo valutazioni simili alle tue, quindi possiamo ragionarci insieme:

    I soggetti che interverranno alla spesa dell'intervento sono i seguienti:

    1) Il cliente
    2) Il padre del cliente (che è attualmente convivente con il cliente)
    3) La madre del cliente (che è attualmente convivente con il cliente)
    4) L'usufruttuaria

    Siccome la spesa che sosterranno è alta e i soggetti che intervengono alla spesa stessa sono ben 4, il cliente mi chiede come fare a "smistare" le fatture in modo da far detrarre a tutti e 4 il più possibile.

    fai fare le fatture cointestate a tutti i soggetti

    Secondo voi:

    - Può detrarre il 36% da entrambe le porzioni di casa 36% (porz. "A")+36% (porz. "B)? (presumo di si)

    direi di si, rispettando il limite di spesa di 48.000 annui per immobile da dividere poi su tutti i soggetti

    - La porzione "B" essendo da abbattere e ricostruire ampliando (con bonus Piano Casa) non potrebbe usufruire della detrazione del 55% (o sbaglio?) come potrei fare ottenere al mio cliente la detrazione del 55% anche per la porzione "B" oltre che per la "A" che gli spetta di diritto... esempio dirottando tutte le fatture relative a pannelli solari, cappotti termici, finestre ecc.. sulla porzione "A"

    a mio parere nella B non essendo una ricostruzione fedele c'è poco da fare, e non rischierei di spostare le spese di B su A, se emerge il problema rischi di perdere anche le detrazioni legittime

    -Può il cliente ritenere che l'invervento "B" (abbattimento totale+ricostruzione) sia in tutti gli effetti da ritenersi una nuova costruzuzione e ottenere quindi l'iva al 4% per le nuove costruzioni prima casa) rinunciando pero alle detrazioni 36% e 55% sulla sola porzione "B"

    il concetto di nuova costruzione vale sicuramente per il 55%, ma ai fini Iva mi sembra più da 10%, ma va approfondito, perchè con l'Iva in edilizia non si può mai dare una risposta di primo akkito (almeno parlo x me)

    ciao

  3. #3
    lmassimo79 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Ciao Gabbiano, grazie del tuo intervento... ragionaimo insieme!

    Il cliente, sicuramente darà l'intero lavoro da fare ad una impresa costruttrice, che farà tutto l'intervento nello stesso periodo e fine lavori farà la sua fattura ... ma mi chiedo se sia possibile chiedere all'impresa che gia deve fare 4 fatture diverse ai 4 soggetti che intervengono alla spesa , che già in ogni fattura dovrà dividere la manodopera dai materiali, che già deve distinguere gli inteventi che rientrano nel 36% (esempio pavimenti, murature) da quelli che rientrano nel 55% (finestre, pannelli solari)
    si dovrebbe chiedere un aulteriore sforzo per quantificare la quantità di materiali e manodopera relativi alla sola porzione "A" dividendola quindi dalla quantità della porzione "B" ... insomma un lavoro di fatturazione molto minuzioso?

    Ma poi ben che fosse, per distinguere le 2 unità abitative come si può fare? si dovrebbero mettere in fattura i dati catasali dell'immobile? (ricordo che la casa è una sola stesso numero civico, stessa particella catastale ma con 2 subalterni differenti)


    Ultima cosa... non ho capito molto la tua ultmima affermazione potresti per piacere spiegarmela meglio

    cito la tua affermazione "il concetto di nuova costruzione vale sicuramente per il 55% "

    ciao MAX

  4. #4
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    penso che seppur laboriosa la divisione dei costi, se i catastalei(sub) son diversi, si possa fare;

    quanto all'ultima affermazione intendevo dire che se demolisci e ricostruisci non fedelmente per il 55% quella è una nuova costruzione e non hai diritto all'agevolazione; così al volo non so se puoi traslare il concetto sull'Iva...mi sa che per l'iva è una ristrutturazione con iva al 10%

Discussioni Simili

  1. assegni familiari situazione particolare
    Di cesabas nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-05-13, 11:54 AM
  2. Soci di SNC - Situazione particolare
    Di zup1234 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-03-13, 01:27 PM
  3. fattura avvocato situazione particolare
    Di armaduk nel forum Altri argomenti
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 26-10-09, 04:47 PM
  4. situazione particolare
    Di antonio71 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-04-08, 01:56 PM
  5. situazione particolare
    Di marco.M nel forum Altri argomenti
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 04-04-08, 07:00 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15