Il nuovo visto di conformità per i crediti iva > 15.000 euro richiede al professionista che lo appone una serie di controlli. Fra questi vi è anche la verifica della correttezza del codice Ateco2007 rispetto all'attività concretamente esercitata dal contribuente.

A questo proposito mi è venuta in mente una cosa che vorrei condividere con voi: un codice Ateco "non preciso" o mancante (riguardo a seconde/terze attività esercitate magari marginalmente ma non dichiarate con specifico ulteriore Ateco), che sanzioni può comportare?

Ai fini dell'accertamento, immagino che, per esempio, verrebbe rifatto lo studio di settore considerando quello, se diverso, applicabile all'effettiva attività esercitata prevalentemente.
Ma ad altri fini? Che problemi potrebbero derivare qualora le imposte (IVA e II.DD.) dovute siano alla fine le stesse in ogni caso?