Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Club e associazioni

  1. #1
    Gontur Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    487

    Predefinito Club e associazioni

    Una cliente dello studio vorrebbe costituire un club di cucito, con l'intenzione di effettuare vendite occasionali all'interno di manifestazioni locali (sagre, feste di paese) e mi chiedo a quali norme devo fare riferimento per una corretta gestione civilistico/fiscale. Ad un primo impatto utilizzerei le norme relative alle associazioni non riconosciute, ma da un punto di vista fiscale quali norme utilizzare?
    Esistono riferimenti di normativi o di prassi che indichino quando un'attivitÓ pu˛ essere considerata non commerciale? In proposito ho trovato una circolare del ministero delle finanze (n░ 124/e del 12/05/1998) e mi chiedo se non ce ne sia qualche altra pi¨ recente.

    Il dubbio pi¨ grosso che ho Ŕ il seguente: volendo effettuare vendite a persone estranee all'associazione devo richiedere partita iva, tenere la contabilitÓ e presentare dichiarazione dei redditi?

    Grazie

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto Ŕ offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    LocalitÓ
    Catania
    Messaggi
    33,845

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gontur Visualizza Messaggio
    Il dubbio pi¨ grosso che ho Ŕ il seguente: volendo effettuare vendite a persone estranee all'associazione devo richiedere partita iva, tenere la contabilitÓ e presentare dichiarazione dei redditi?

    Grazie
    La risposta Ŕ positiva.

  3. #3
    gingiuz Ŕ offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gontur Visualizza Messaggio
    Una cliente dello studio vorrebbe costituire un club di cucito, con l'intenzione di effettuare vendite occasionali all'interno di manifestazioni locali (sagre, feste di paese) e mi chiedo a quali norme devo fare riferimento per una corretta gestione civilistico/fiscale. Ad un primo impatto utilizzerei le norme relative alle associazioni non riconosciute, ma da un punto di vista fiscale quali norme utilizzare?
    Esistono riferimenti di normativi o di prassi che indichino quando un'attivitÓ pu˛ essere considerata non commerciale? In proposito ho trovato una circolare del ministero delle finanze (n░ 124/e del 12/05/1998) e mi chiedo se non ce ne sia qualche altra pi¨ recente.

    Il dubbio pi¨ grosso che ho Ŕ il seguente: volendo effettuare vendite a persone estranee all'associazione devo richiedere partita iva, tenere la contabilitÓ e presentare dichiarazione dei redditi?

    Grazie
    Certo che sì ,visto che si tratta di attività commerciale svolta per finalità estranee all'associazione e con vendita a persone estranee all'associazione stessa e,quindi, non socie.

Discussioni Simili

  1. club sportivo e modello EAS
    Di giusy nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-11-10, 09:14 AM
  2. "costituzione vespa club"
    Di VERONICA_STVISALLI nel forum ContabilitÓ, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-09-09, 06:05 PM
  3. ricevute club
    Di ilababy nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-08-09, 10:32 AM
  4. Informazione contabile imposta sugli spettacoli night club
    Di studiosantoro nel forum ContabilitÓ, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-12-08, 05:29 PM
  5. IVA associazioni.
    Di AlessandroV. nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-05-08, 12:19 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15