Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Gestione punto vendita c/terzi, è fattibile?

  1. #1
    fabrizio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    1,141

    Predefinito Gestione punto vendita c/terzi, è fattibile?

    Un cliente ha fatto presente di aver ricevuto una proposta per la gestione di un punto vendita per conto di altra società.
    Nello specifico entrambe le società operano nell'ambito del commercio al dettaglio, il contratto prevederebbe la gestione del punto vendita a fronte della fatturazione mensile di un compenso rapportato al fatturato del mese.
    In camera di commercio non accettano l'esercizio di attività di gestione punto vendita per c/terzi in quanto attività non riconosciuta. Come si potrebbe inquadrare la situazione? Premetto che ho già prospettato al cliente la soluzione di stipulare come persona fisica un contratto di associazione in partecipazione con apporto di lavoro, senza in tal modo coinvolgere la società ma la proposta è stata da lui scartata. Prima di consigliare di escludere categoricamente la proposta, avete qualche esperienza in merito alla gestione c/terzi di punto vendita? è fattibile?
    Avrei pensato di inquadrare l'attività come attività di consulenza amministrativo/gestionale ma mi sembra un pò forzata come cosa...
    Fabrizio Maimone
    Dottore Commercialista
    Revisore Legale

    www.studiomaimone.com

  2. #2
    shailendra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,401

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fabrizio Visualizza Messaggio
    Un cliente ha fatto presente di aver ricevuto una proposta per la gestione di un punto vendita per conto di altra società.
    Nello specifico entrambe le società operano nell'ambito del commercio al dettaglio, il contratto prevederebbe la gestione del punto vendita a fronte della fatturazione mensile di un compenso rapportato al fatturato del mese.
    In camera di commercio non accettano l'esercizio di attività di gestione punto vendita per c/terzi in quanto attività non riconosciuta. Come si potrebbe inquadrare la situazione? Premetto che ho già prospettato al cliente la soluzione di stipulare come persona fisica un contratto di associazione in partecipazione con apporto di lavoro, senza in tal modo coinvolgere la società ma la proposta è stata da lui scartata. Prima di consigliare di escludere categoricamente la proposta, avete qualche esperienza in merito alla gestione c/terzi di punto vendita? è fattibile?
    Avrei pensato di inquadrare l'attività come attività di consulenza amministrativo/gestionale ma mi sembra un pò forzata come cosa...
    Ma per quale motivo la Cciaa dice che non è possibile questa attività? A me sembra che non ci sia distinzione tra questa tipologia e quella di affitto di azienda, e di affitti di azienda ne esistono a migliaia, tipicamente per i bar ma non penso nulla osti per un altro tipo di attività

  3. #3
    fabrizio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    1,141

    Predefinito

    Infatti però loro dicono che mentre nel caso di affitto di azienda è l'affittuario che "fattura" e dunque esercita direttamente l'attività, in questo caso specifico i corrispettivi verrebbero dichiarati dalla società titolare del punto vendita mentre quella che materialmente lo gestisce fatturerebbe esclusivamente un compenso mensile a titolo di corrispettivo per l'attività prestata...
    Fabrizio Maimone
    Dottore Commercialista
    Revisore Legale

    www.studiomaimone.com

  4. #4
    robil è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    1,270

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fabrizio Visualizza Messaggio
    Infatti però loro dicono che mentre nel caso di affitto di azienda è l'affittuario che "fattura" e dunque esercita direttamente l'attività, in questo caso specifico i corrispettivi verrebbero dichiarati dalla società titolare del punto vendita mentre quella che materialmente lo gestisce fatturerebbe esclusivamente un compenso mensile a titolo di corrispettivo per l'attività prestata...
    La veste più appropriata al caso è come hai gia consigliato un contratto di associazione in partecipazione. Non si capisce la reticenza del cliente.

    Roberto Loddo

    Dottore commercialista
    Revisore legale
    Soggetto incaricato CAF.Do.C Spa

    Sassari (SS)-Ortueri (NU)

  5. #5
    fabrizio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    1,141

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da robil Visualizza Messaggio
    La veste più appropriata al caso è come hai gia consigliato un contratto di associazione in partecipazione. Non si capisce la reticenza del cliente.
    Concordo in pieno, il problema è che la reticenza del cliente deriva dalla reticenza a monte della società che ha proposto questo tipo "originale" di collaborazione...
    Fabrizio Maimone
    Dottore Commercialista
    Revisore Legale

    www.studiomaimone.com

Discussioni Simili

  1. Spaccio ASD - Gestione Terzi - HELP
    Di susoli nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-01-13, 05:21 PM
  2. apertura nuovo punto vendita
    Di bealavi nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 07-04-11, 06:30 PM
  3. Vendita libri e nuovo punto vendita
    Di batclick2003 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-12-10, 12:10 PM
  4. Gestione di punto vendita conto terzi
    Di fabrizio nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-07-09, 12:17 PM
  5. Licenziamento per chiusura punto vendita.
    Di erotavlas nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-07-09, 07:47 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15