Un cliente deve iniziare un rapporto di lavoro con una società per la promozione e la commercializzazione di carte di credito.
Leggendo la bozza del contratto di mandato, mi è sembrato di capire che il mio cliente assumerà il ruolo di agente di commercio (...insomma...il classico rappresentante).

La camera di commercio mi ha però fatto venire il dubbio che tale attività rientri tra quelle previste per gli agenti in attività finanziaria.

Leggendo la norma (dal sito della BI), si legge che [I]"le attività finanziarie per le quali viene svolta l'attività di agenzia sono quelle ricomprese negli art. 106 e 114 sexies del TUB, vale a dire: ........le prestazioni di servizi di pagamento, ........."[/I]
Poco più in basso però si legge anche: "Non costituisce attivtià di agenzia in attività finanziaria ........... la distribuzione di carte di pagamento".

Secondo me quindi devo seguire il normale iter di apertura di attività di un agente di commercio (normale si fa per dire visto che ora c'è ...la SCIA!!! ).

A qualcuno è capitato un caso simile?
Come vi siete comportati??
Grazie mille