Salve a tutti.
Mi trovo a dover preparare il modello F24 per il pagamento dell'imposta sostitutiva sulla rivalutazione dei terreni, relativamente ad un terreno agricolo.
In particolare la perizia di stima, che mi Ŕ stata portata solo oggi dal cliente, riporta la dicitura "azienda" per indicare l'insieme dei terreni e dei fabbricati rurali insiti in essi. Naturalmente in tale perizia vengono solo stimate delle particelle agricole e nient'altro, ma questo eccessivo "zelo" dell'agronomo che l'ha compilata, potrebbe causare problemi in sede di verifica?

In parole povere, il cliente Ŕ un coltivatore diretto in regime di esenzione (inferiore quindi ai 7.000 euro di volume di affari), e quindi l'eventuale futura cessione del terreno non genererÓ proventi "commerciali". Basta tale definizione meramente formale di "azienda" per escludere la possibilitÓ di rivalutazione, oppure gli eventuali verificatori avranno riguardo alla "sostanza" di una rivalutazione, che riguarda esclusivamente terreni agricoli?