Buongiorno a tutti, e buon Alloween,

vorrei chiedere se a qualcuno è mai successo di trattare il seguente argomento:
un bar chiude le saracinesche in quanto la gestione è in perdita. Il titolare si rivolge al padrone dei muri dicendogli che pagherà l'ultima rata d'affitto, e poi si rende disponibile ad accettare la volturazione delle licenze d'esercizio a suo nome e a farlo subentrare nel bar senza alcun compenso, lasciando tutta l'attrezzatura presente.
Ipotizzando che l'attrezzatura venga venduta a terzi o distrutta, e quindi il subentrante effettivamente dovrebbe esclusivamente reintestare le licenze a proprio nome, sarebbe possibile non avere un contratto di cessione? Oppure converrebbe che il precedente gestore annullasse le proprie licenze, e il nuovo ne richiedesse altre, evitando la vendita?

Ringrazio per l'attenzione.