Buongiorno,
faccio parte di una associazione che persegue attività di contenuto interculturale orientate all’esperienza dell’espatrio, ossia il nostro fine è di fornire assistenza, informazioni, orientamento e consulenza a donne di tutte le nazionalità che vivano in un paese diverso da quello d’origine. Di recente abbiamo creato uno “sportello espatrio”, ossia la possibilità di richiedere consulenze on line (via skype o telefono) sui temi dell’espatrio, condotte da professioniste (medici, psicologhe...) o nostre collaboratrici in loco. Chi richiede la consulenza si impegna a pagare all’associazione una somma di denaro come donazione a sostegno dell’associazione stessa (che vive appunto di pure donazioni).
Ora, abbiamo concordato che una parte di questa donazione vada alla consulente come contributo spese per la prestazione svolta. Il problema è: come si contabilizza questo rimborso e che tipo di documentazione necessità? Siamo davvero un po’ confuse e non sappiamo come muoverci. Premetto che le nostre consulenti non risiedono in Italia, ma in paesi esteri.
Vi ringrazio in anticipo.