Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Partita IVA e lavoro dipendente

  1. #1
    paolo67 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    339

    Predefinito Partita IVA e lavoro dipendente

    Buon pomeriggio. Esiste una incompatibiltà di base fra lavoro dipendente ed autonomo? Possono coesistere un rapporto di lavoro dipendente ed una partita IVA e, conseguentemente, all'interno del modello Unico un quadro C ed uno E (fatto salvo ovviamente il caso di rapporto di lavoro dipendente interrotto e successivo inizio dell'attività di lavoro autonomo)? Grazie.

  2. #2
    lorma è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    698

    Smile

    Certo che è possibile.L'incompatibilità susssiste nel momento in cui si esercita un lavoro autonomo simile a quello svolto da dipendente, ma anche in questo caso bisogna consultare il contratto di l.dipendente sottoscritto.

  3. #3
    paolo67 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    339

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lorma Visualizza Messaggio
    Certo che è possibile.L'incompatibilità susssiste nel momento in cui si esercita un lavoro autonomo simile a quello svolto da dipendente, ma anche in questo caso bisogna consultare il contratto di l.dipendente sottoscritto.
    Chiedevo questo perchè in più di un caso mi è capitato di trovare datori di lavori che chiedevano di chiudere rapporti di lavoro autonomo anche per attività dissimili, adducendo il fatto che il contratto di lavoro dipendente rappresenta una sorta di "esclusiva" che il datore vanta nei confronti del dipendente.

  4. #4
    xd1976 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    San Giorgio a Cremano - NA
    Messaggi
    745

    Predefinito

    semmai dovresti valutare l'aspetto previdenziale
    Abbonato felice

  5. #5
    paolo67 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    339

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da xd1976 Visualizza Messaggio
    semmai dovresti valutare l'aspetto previdenziale
    Secondo me c'è incompatibilità, a maggior ragione se si parla della stessa attività.
    Il problema previdenziale, nel caso in cui passasse il concetto che si può essere dipendente ed autonomo insieme, si risolverebbe con l'iscrizione alla gestione separata INPS per l'attività di lavoro autonomo.

  6. #6
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,853

    Predefinito

    L'incompatibilità assoluta esiste per i dipendenti pubblici nel caso di rapporto full time.
    Per quanto riguarda il settore privato, la maggior parte dei CCNNLL richiamano il divieto di svolgere attività in onflitto d'interessi con il datore di lavoro. In linea di massima non esiste un divieto per settori completamente diversi salvo che la circostanza in cui ,lo svolgimento di un secondo lavoro comprometta quello da dipendente (lavoro di notte ed il mattino mi sento un cencio al lavoro dipendente).
    Previdenzialmente quoto quello detto sulla gestione separata. Se l'attività autonoma prevede l'iscrizione alla gestione commerc.o artig. Queste sono incompatibili ed è dovuta solo la contribuzione da dipendente.
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  7. #7
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ergo3 Visualizza Messaggio
    ...Previdenzialmente quoto quello detto sulla gestione separata. Se l'attività autonoma prevede l'iscrizione alla gestione commerc.o artig. Queste sono incompatibili ed è dovuta solo la contribuzione da dipendente.
    L'incompatibilità è solo per i dipendenti full-time o anche per i part-time? I casi ibridi mi restano sempre poco chiari.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  8. #8
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,853

    Predefinito

    ricordavo bene, salvo l'autorizzazione dell'ente, da qualche anno a questa parte la compatibilità sussiste per il part time. art. 1, comma 56, 1. n. 662/1996.

    Scusa. avevo capito male.
    Ai fini INPS lo stesso ente determina quale sia l'attività prevalente in termini di ore e reddito. ho letto, mio malgrado (in quanto odio la materia del lavoro) un chiarimento di quest'anno.
    Ultima modifica di ergo3; 21-12-10 alle 06:34 PM
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  9. #9
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,853

    Predefinito

    SEGNALO una sentenza della Cassazione n.3240/2010 che stravolge tutto quello che si è detto e che si orienta verso l'obbligo di doppia contribuzione, commercianti e dipendenti!
    Ultima modifica di ergo3; 27-12-10 alle 11:56 AM
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  10. #10
    Max775 è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    129

    Predefinito

    il lavoro dipendente con quello autonomo può tranquillamente coesistere a meno che non si tratti di un'attività in concorrenza con quella del datore di lavoro e nel contratto ci sia il divieto. Detto questo il soggetto che decide di avere sia il lavoro dipendente che quello autonomo dovrà provvedere, ovviamente, al versamento dei contributi derivanti dal suo lavoro autonomo, mentre i contributi del lavoro dipendente continueranno ad essere versati dal datore di lavoro come sempre. Sono due binari paralleli che seguono le stesse regole dei singoli aspetti (autonomi e dipendenti). L'unica "intersezione" riguarda il regime, nel senso che se si è scelto il regime "agevolato" che prevede un'imposta Irpef sostitutiva del 10% rinunciando però agli oneri (scontrini medici, visite, interessi su mutui, ecc...) con il "doppio lavoro" (autonomo e dipendente) si riescono anche a dedurre le spese mediche,. interessi su mutuo, ecc...

    Ciao
    Max

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. partita iva & lavoro dipendente
    Di Umberto.Bergamo nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-05-12, 11:59 AM
  2. partita iva e lavoro dipendente
    Di Felixos890 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16-05-12, 06:48 PM
  3. Lavoro dipendente e partita iva
    Di maurozambito nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 25-10-10, 05:18 PM
  4. Lavoro dipendente e partita iva
    Di maurozambito nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-05-10, 02:08 PM
  5. Lavoro dipendente e partita i.v.a
    Di EconomoJ nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-04-09, 11:23 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15