Salve, volevo un'informazione: un'azienda mette alcuni operai in cassa integrazione, presumibilmente per risparmiare sui costi di gestione per contrazione della produttività, ma che comunque continuando a far lavorare gli operai garantendo il 20% della retribuzione (pagato dall'azienda) più l'80% della cassa integrazione.Volevo sapere se è lecito fare manovra così e se i lavoratori continueranno ad usufruire dei diritti stabiliti dal CCNL di riferimento, quali tredicesime, ferie e festivi goduti e tfr. Inoltre ai fini pensionistici, dato che comunque la cassa integrazione garantisce i giorni di anzianità contributiva, il lavoratore quando andrà in pensione avrà lo stesso trattamento economico nella pensione o comunque questa sarà ridotta?