Amici commercialisti, buona sera a tutti voi!

Volevo chiedervi, sperando che possiate essermi d'aiuto, delle informazioni relative alla registrazione di un marchio.

Nella fattispecie, sono contitolare di uno studio tecnico assciato e con il socio pensavamo di registrare il marchio che contraddistingue la denominazione del nostro studio. Si tratterebbe dunque di un marchio verbale. La mia domanda è: può uno studio associato essere il richiedente nella procedura di registrazione di un marchio?

Altra domanda: non ho ben capito che ruolo hanno le classi di cui alla classificazione di Nizza. Mi spiego meglio: se io ho un'azienda che si chiama ad esempio MELA (non badiamo all'estrema banalità che sarebbe motivo di esclusione, è solo un esempio !) e vendo frutta, inserirò nel modulo C la classe relativa alla vendita di frutta. Se poi arriva un'altro che, da qualche parte in Italia, vende materiale informatico e si chiama anche lui MELA, potrebbe registrare tale marchio per la sua classe di attività, oppure in ogni caso sarebbe lesivo della mia titolarità su quella parola?

Grazie in anticipo per le risposte e saluti a tutti voi!

Alessandro