Abbiamo un cliente socio di maggioranza di una Srl che vuole iniziare un'ulteriore attività aprendo (od acquisendo) una Ltd in Inghilterra.

La Ltd sarebbe acquisita da lui personalmente oppure attraverso una nuova Srl.

Ho iniziato ad analizzare le possibili problematiche, non essendo abituati ad affrontare fisco e diritto internazionale.

Questa Ltd dovrebbe commerciare attraverso internet (con server di proprietà risiedente in uk) dei software vendendoli in tutto il mondo (principalmente negli USA).

L'idea sarebbe quella di non avere nè uffici, nè dipendenti, ma se ciò creasse problemi sarebbe disposto anche a prendere un piccolo ufficio con un impiegato part-time.

Mi sembra che il problema principale sia evitare l'esterovestizione.
Il server di proprietà in uk è già un buon passo in tale direzione, mi sembra sia sufficiente poi dimostrare che le attività decisionali non vengono prese in Italia.
Essendo tutto automatizzato con vendite di tale software on-line, basterebbe penso andare 2-3 volte all'anno in uk per fare delle riunioni di questa Ltd in cui si prenderebbero le decisioni no?

Chiaramente essendo un campo per noi inesplorato ci avvarremo della colaborazione di qualche studio che si occupi di ciò, che ci potrà fornire consulenza in merito e magari anche indicare un commercialista in uk per la tenuta della contabilità della Ltd.

Vi chiedo se avete consigli/suggerimenti/altro da farmi notare per poter approfondire personalmente nel miglior modo possibile il tutto per potermi poi far affiancare da un altro studio per la gestione del tutto.

P.s.: non è che poi questo studio cercherà di "fregarci" pure la gestione della srl italiana che ora seguiamo noi vero?
E' normale quello che sto chiedendo? Si fanno di queste collaborazioni tra studi senza intoppi vero?

Grazie.