Devo presentare un ricorso contro l'accertamento di un maggior valore di area edificabile, in qualità di difensore dell'acquirente, obbligato "naturale". Il venditore, contattato per avvisarlo della cosa, essendo coobligato, mi chiede di inserirlo come "ulteriore parte" nel mio ricorso presentandone pertanto uno solo a nome di entrambi. E' corretta tale procedura o ciascuno deve presentare un proprio ricorso ed eventualmente si deve poi fare un'istanza per riunificare la trattazione di entrambi? Grazie a chi vorrà rispondere, citando magari anche qualche norma di prassi di rifermento