Non è raro il caso in cui un imprenditore esprima l'esigenza di cessare l'attività e riaprirla ex novo. In realtà il più delle volte si tratta sostanzialmente di trasfomazioni (es snc in srl) in cui la trasformata ha il medesimo codice attività della trasformanda. Cessare e riaprire viene percepito come un ripulire l'impresa e ricominciare "senza macchie".

In assenza di effettiva cessazione dell'attività e di valide ragioni imprenditoriali non c'è dubbio che la cessazione e successiva apertura di nuova impresa possa innescare sospetti nei controllori.

Qualcuno ha approfindito il caso e può indicare riferimenti di dottrina e giurisprudenza?