Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: avviso accertamento rendita catastale

  1. #1
    mapellone è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    580

    Predefinito avviso accertamento rendita catastale

    Un mio cliente ha ricevuto un avviso di accertamento da parte dell'Agenzia del Territorio con il quale gli viene notificata la variazione della rendita precedentemente proposta. In particolare si tratta di un immobile categoria D/2 (alberghi) accatastato nel 2007. Nell'avviso si fa riferimento ad una variazione di classamento del 2008 (mai notificata al cliente). Per tali immobili (categoria D) il calcolo della rendita non può avvenire per mezzo di strumenti comparativi ma per stima diretta.

    La mie domande sono le seguenti:

    1) La stima diretta richiede un sopralluogo che, stando a quanto scritto nell'avviso, è stato effettuato. Non sarebbe obbligatorio il rilascio di un verbale o di un docuemento equipollente?

    A mio avviso si

    2) Nell'avviso si fa un mero riferimento ad una variazione di classamento, peraltro mai notificata, senza esporre ne i criteri utilizzati ne le risultanze dell'eventuale sopralluogo. Potrebbe trattarsi di atto privo di motivazione?

    A mio avviso si

    3) La notifica dell'avviso di accertamento vale anche come notifica dell'avvenuta variazione di classamento?

  2. #2
    RENA84 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,076

    Predefinito

    1) La stima diretta richiede un sopralluogo che, stando a quanto scritto nell'avviso, è stato effettuato. Non sarebbe obbligatorio il rilascio di un verbale o di un docuemento equipollente?
    No non è previsto, è sufficiente una relazione di stima fatta dal tecnico della Agenzia del Territorio previo soprollaugo concordato con il contribuente.
    Solo nel caso in cui viene invocata la legge 241 credo sarebbe possibile un contraddittorio con relativo verbale.


    2) Nell'avviso si fa un mero riferimento ad una variazione di classamento, peraltro mai notificata, senza esporre ne i criteri utilizzati ne le risultanze dell'eventuale sopralluogo. Potrebbe trattarsi di atto privo di motivazione?
    Sicuramente, era necessario allegare la relazione di stima in sede di notifica della nuova rendita, che siccome non è avvenuta, penso che l'accertamento sia nullo.

    3) La notifica dell'avviso di accertamento vale anche come notifica dell'avvenuta variazione di classamento?
    Per i classamenti decorrenti dal 2000 (legge 342/2000) l'accertamento non vale come notifica della rendita.

  3. #3
    mapellone è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    580

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da RENA84 Visualizza Messaggio
    1) La stima diretta richiede un sopralluogo che, stando a quanto scritto nell'avviso, è stato effettuato. Non sarebbe obbligatorio il rilascio di un verbale o di un docuemento equipollente?
    No non è previsto, è sufficiente una relazione di stima fatta dal tecnico della Agenzia del Territorio previo soprollaugo concordato con il contribuente.
    Solo nel caso in cui viene invocata la legge 241 credo sarebbe possibile un contraddittorio con relativo verbale.


    2) Nell'avviso si fa un mero riferimento ad una variazione di classamento, peraltro mai notificata, senza esporre ne i criteri utilizzati ne le risultanze dell'eventuale sopralluogo. Potrebbe trattarsi di atto privo di motivazione?
    Sicuramente, era necessario allegare la relazione di stima in sede di notifica della nuova rendita, che siccome non è avvenuta, penso che l'accertamento sia nullo.

    3) La notifica dell'avviso di accertamento vale anche come notifica dell'avvenuta variazione di classamento?
    Per i classamenti decorrenti dal 2000 (legge 342/2000) l'accertamento non vale come notifica della rendita.
    Quindi il cliente avrebbe dovuto ricevere due notifiche: una relativa alla variazione della rendita e una relativa all'accertamento?

  4. #4
    RENA84 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,076

    Predefinito

    Certamente

  5. #5
    mapellone è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    580

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da RENA84 Visualizza Messaggio
    Certamente
    preciso che trattasi di un accertamento dell'agenzia del territorio contenento solo la variazione della rendita e il riferimento ad una precedente variazione di classamento. Ovviamente non viene richiesta alcuna imposta.

  6. #6
    RENA84 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,076

    Predefinito

    La nuova rendita non ha efficacia se non viene notificata dalla Agenzia del Territorio.

  7. #7
    mapellone è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    580

    Predefinito

    ti ringrazio....

  8. #8
    massymessina è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Siracusa
    Messaggi
    212

    Predefinito

    RENA84, quindi a partire dal 01.01.2000 la notifica dell'avviso di accertamento non ha efficacia come notifica del provvedimento di variazione della rendita... Presso l'Ufficio Tributi del Comune continuano a sostenere il contrario, posso chiederti qualche riferimento normativo? Perchè prima del 2000 invece era il contrario?
    Grazie in anticipo
    Massimiliano

  9. #9
    RENA84 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,076

  10. #10
    massymessina è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Siracusa
    Messaggi
    212

    Predefinito

    La circolare che tu hai gentilmente postato dice che: "E' del tutto ovvio che solamente nell'ipotesi in cui il contribuente che abbia conoscenza della rendita o al quale la stessa sia stata ritualmente notificata, continui a versare l'imposta calcolata sulla base di una rendita diversa da quella attribuita, potranno essere legittimamente richiesti la differenza di imposta dovuta, le sanzioni e gli interessi calcolati sull'importo non versato, solo pero' a decorrere dalla data della presentazione della denuncia di nuova costruzione o di variazione di immobili preesistenti ai sensi del citato decreto ministeriale n. 701 o dalla data dell'avvenuta notificazione della rendita catastale".
    Pertanto io credo che il contribuente che abbia conoscenza della nuova rendita tramite notifica di avviso di accertamento ICI dovrà da quel momento adeguarsi alla nuova rendita, qualora non decida di impugnare la stessa unitamente all'ICI non dovuta per mancata conoscenza del provvedimento di variazione della rendita.
    Quindi, qualora al contribuente venga successivamente notificato un accertamento ICI per annualità successiva, egli non potrà impugnarlo adducendo la mancata notificazione del provvedimento di variazione di rendita, in quanto, tramite l'avviso di accertamento relativo all'annualità precedente, egli ne era già venuto a conoscenza...
    Di questo parere è l'Ufficio Tributi del Comune di Siracusa...
    Tu cosa ne pensi RENA84?
    Grazie della disponibilità
    Massimiliano

Discussioni Simili

  1. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 21-07-11, 07:53 AM
  2. Deduzione 50% rendita catastale
    Di ANATOJ nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-08-10, 07:44 PM
  3. revisione rendita catastale
    Di MIMMO67 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-02-10, 07:15 AM
  4. Accertamento ICI in costanza di Rendita catastale proposta
    Di ffiore@odc.napoli.it nel forum Enti Locali
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-09-09, 09:42 AM
  5. rendita catastale
    Di alessio72 nel forum Enti Locali
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-06-09, 04:23 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15