Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19

Discussione: PEC, dubbio giuridico.

  1. #1
    doclight è offline Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    padova
    Messaggi
    90

    Arrow PEC, dubbio giuridico.

    Mettiamo caso che ho un cliente società che non mi paga e invece di mandargli una raccomandata, decido di mandare un messaggio PEC all'indirizzo PEC presente nella visura della società. POSSO FARLO LIBERAMENTE O E' NECESSARIO CHE PRIMA IL MIO CLIENTE ABBIA DATO ESPRESSAMENTE LA DISPONIBILITA' AD UTILIZZARE LA PEC NEI SUOI RAPPORTI CON ME?

    (scusate il maisucolo, non sto urlando)

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da doclight Visualizza Messaggio
    Mettiamo caso che ho un cliente società che non mi paga e invece di mandargli una raccomandata, decido di mandare un messaggio PEC all'indirizzo PEC presente nella visura della società. POSSO FARLO LIBERAMENTE O E' NECESSARIO CHE PRIMA IL MIO CLIENTE ABBIA DATO ESPRESSAMENTE LA DISPONIBILITA' AD UTILIZZARE LA PEC NEI SUOI RAPPORTI CON ME?

    (scusate il maisucolo, non sto urlando)
    Puoi farlo, senza nessuna autorizzazione del cliente.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  3. #3
    doclight è offline Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    padova
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Puoi farlo, senza nessuna autorizzazione del cliente.
    La ringrazio dott. Sciuto. Le chiedo quindi: c'è una norma che lo afferma, oppure data l'abrogazione del comma 4 dell'art. 4 DPR 68/2005, da parte del comma 11 dell'art. 16 D.L. 185/2008, tale affermazione deve ritenersi implicita?

  4. #4
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da doclight Visualizza Messaggio
    La ringrazio dott. Sciuto. Le chiedo quindi: c'è una norma che lo afferma, oppure data l'abrogazione del comma 4 dell'art. 4 DPR 68/2005, da parte del comma 11 dell'art. 16 D.L. 185/2008, tale affermazione deve ritenersi implicita?
    Non conosco la legge di cui parli, ma confermo che non esiste una norma esplicita.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  5. #5
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    243

    Predefinito

    temo che non sia cosi automatica la cosa
    "Per i privati che intendono utilizzare il servizio di posta elettronica certificata, il solo indirizzo valido, ad ogni effetto giuridico, e' quello espressamente dichiarato ai fini di ciascun procedimento con le pubbliche amministrazioni o di ogni singolo rapporto intrattenuto tra privati o tra questi e le pubbliche amministrazioni. Tale dichiarazione obbliga solo il dichiarante e puo' essere revocata nella stessa forma."

  6. #6
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da claudio.caprara Visualizza Messaggio
    temo che non sia cosi automatica la cosa
    "Per i privati che intendono utilizzare il servizio di posta elettronica certificata, il solo indirizzo valido, ad ogni effetto giuridico, e' quello espressamente dichiarato ai fini di ciascun procedimento con le pubbliche amministrazioni o di ogni singolo rapporto intrattenuto tra privati o tra questi e le pubbliche amministrazioni. Tale dichiarazione obbliga solo il dichiarante e puo' essere revocata nella stessa forma."

    Quindi, secondo questo virgolettato (ma è una norma?) se il mio cliente non mi autorizza a usare la pec per inviargli le comunicazioni io non posso farne uso?
    E se mando ugualmente una mia pec alla sua pec, potrebbe mai sostenere che non l'ha ricevuta ?
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  7. #7
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da doclight Visualizza Messaggio
    oppure data l'abrogazione del comma 4 dell'art. 4 DPR 68/2005, da parte del comma 11 dell'art. 16 D.L. 185/2008, tale affermazione deve ritenersi implicita?
    Direi di si, se è stata abrogata una norma che limitava la validità dell'utilizzo della PEC... vuol dire che non esistono limitazioni

    Citazione Originariamente Scritto da claudio.caprara Visualizza Messaggio
    "Per i privati che intendono utilizzare il servizio di posta elettronica certificata, il solo indirizzo valido, ad ogni effetto giuridico, e' quello espressamente dichiarato ai fini di ciascun procedimento con le pubbliche amministrazioni o di ogni singolo rapporto intrattenuto tra privati o tra questi e le pubbliche amministrazioni. Tale dichiarazione obbliga solo il dichiarante e puo' essere revocata nella stessa forma."
    L'hai scritto stesso tu... per i privati.
    Ma qui si discute di comunicazioni tra professionista (obbligato PEC) e società cliente (obbligata PEC)


    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    E se mando ugualmente una mia pec alla sua pec, potrebbe mai sostenere che non l'ha ricevuta ?
    Ovviamente no!
    La trasmissione da PEC a PEC ha valore legale come (e più) di una raccomandata A.R.
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  8. #8
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da iam Visualizza Messaggio

    L'hai scritto stesso tu... per i privati.
    Ma qui si discute di comunicazioni tra professionista (obbligato PEC) e società cliente (obbligata PEC)
    Era venuta anche a me in mente questa "obiezione"; ma poi ho pensato che con il termine "privati" si volesse intendere il soggetto "diverso dagli enti pubblici" .... ma magari mi sbaglio e hai ragione tu.

    Aspettiamo il parere dell'amico Claudio Caprara, espertissimo nel settore !
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  9. #9
    iam
    iam è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,846

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Era venuta anche a me in mente questa "obiezione"; ma poi ho pensato che con il termine "privati" si volesse intendere il soggetto "diverso dagli enti pubblici" .... ma magari mi sbaglio e hai ragione tu.

    Aspettiamo il parere dell'amico Claudio Caprara, espertissimo nel settore !
    Si hai ragione tu... (e ovviamente l'amico Claudio Caprara)!

    Rileggendo il testo me ne sono fatto una ragione anche io
    Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza

  10. #10
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    243

    Predefinito

    scusate il ritardo ma ero fuori sede.
    Quello che ho postato era il comma 2 dell'art. 4 del DPR 11 febbraio 2005, n.68 . Mi risultano abrogati il 4,5,6, 7 quindi il 2 rimane valido . L'interpretazione di "Privati" io la estendo a tutti quelli che non sono "Pubblici" per cui persone e imprese.
    In realtà la legge crea una ulteriore categoria che sono i professionisti i quali hanno l'obbligo di essere dotati di PEC e anche l'obbligo di renderla pubblica ma di questo ne parliamo a parte se no si rischia confusione.
    il comma 4 (abrogato) prevedeva che :
    "4. Le imprese, nei rapporti tra loro intercorrenti, possono dichiarare la esplicita volonta' di accettare l'invio di posta elettronica certificata mediante indicazione nell'atto di iscrizione al registro delle imprese. Tale dichiarazione obbliga solo il dichiarante e puo' essere revocata nella stessa forma."
    Per cui girerei la domanda, nella comunicazione dell'indirizzo PEC delle imprese, esiste ancora la scelta indicata al comma 4 o è stata abolita anche quella ?
    In ogni caso , consiglio di chiedere sempre autorizzazione prima di usare la Email (pec o non pec) per comunicare con un soggetto. lo dice il comma 3 del DPR 11/2 2005"3. La volonta' espressa ai sensi del comma 2 non puo' comunque dedursi dalla mera indicazione dell'indirizzo di posta certificata nella corrispondenza o in altre comunicazioni o pubblicazioni del soggetto."

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. delicata questione giuridico-contabile su fattura!!
    Di Aleando nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-02-13, 11:39 AM
  2. un dubbio....
    Di conslavoro nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29-03-10, 05:31 PM
  3. dubbio su ICI
    Di angelacottone nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-06-09, 12:52 PM
  4. Dubbio ici
    Di SILVIA70 nel forum Enti Locali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-12-08, 06:15 PM
  5. Dubbio banale ma sempre dubbio
    Di Contabile nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 23-01-08, 04:03 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15