Salve a tutti,

un cliente mi ha posto la seguente problematica:

vorrebbe costituire un'associazione senza fini di lucro per potere fornire servizi di mediazione, organizzare eventi per la diffusione, formare mediatori ecc ( indicando tutte le seguenti attività tra gli scopi dello statuto). a tale associazione si potranno rivolgere associati e non che pagheranno un corrispettivo per la mediazione fornita da un mediatore professionista, che emetterà regolare fattura all'associazione. secondo voi, è una situzione ipotizzabile? a coloro che richiedono la prestazione va rilasciata una semplice ricevuta o una fattura?
Sinceramente questa soluzione dell'associazione presenta molti lati, diciamo ,"oscuri"... anche se c'è da dire che il ministero riconosce nell'albo degli enti di mediazione riconosciuti solamente associazioni ed SRL (quasi a volerli quindi accettare)