Buon giorno a tutti,

ho un quesito che mi sta attanagliando, fino allo scorso mese di settembre avevo una collaborazione con una azienda come procacciattore di affari, per tale collaborazione emettevo regolare fattura con ritenuta d'acconto. ora mi chiamano da quest'azienda dicendomi che hanno un controllo enasarco, che ha scoperto un loro mancato pagamento dei contributi enasarco nei miei confronti, gli ispettori oltre ad aver accertato questo hanno anche fatto un verbale di contestazione indicandogli l'importo dei contributi che devono pagarmi, dal canto mio ho ovviamente sempre consegnato le mie fatture al mio commercialista che mi faceva i vari conteggi per il pagamento di tutte le mie tasse di competenza. il fatto Ŕ che l'azienda mi dice che io devo pagare la mia parte, parte che loro vogliono scalarmi dall'importo delle fatture che ancora devono pagarmi, quello che vorrei sapere Ŕ se io sono realmente tenuto a pagare la mia parte? che ripeto ritengo di averlo giÓ fatto tramite le tasse che mi conteggiava il mio commercialista. possono farlo? intendo pagarmi le fatture detraendo questa mia parte per i contributi o no? ed eventualemte come tutelarmi?

grazie a tutti

ciao ciao

grazie a tutti ciao ciao