Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Costituzione studio associato

  1. #1
    SEPHIROTH è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    33

    Predefinito Costituzione studio associato

    Ciao a tutti! Avrei il seguente quesito: sarei in procinto di costituire uno studio associato con una collega con un pacchetto clienti molto più grande del mio e ci siamo posti il problema di come regolare la differenza. Per semplicità diciamo che i miei clienti valgono 100 e i suoi 200.
    Avrei pensato ad un conferimento da parte mia dei 100 di differenza direttamente nello studio associato. E' una procedura corretta secondo voi?
    Qualcuno è a conoscenza di alternative? Suggerimenti?
    Ringrazio in anticipo.

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SEPHIROTH Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti! Avrei il seguente quesito: sarei in procinto di costituire uno studio associato con una collega con un pacchetto clienti molto più grande del mio e ci siamo posti il problema di come regolare la differenza. Per semplicità diciamo che i miei clienti valgono 100 e i suoi 200.
    Avrei pensato ad un conferimento da parte mia dei 100 di differenza direttamente nello studio associato. E' una procedura corretta secondo voi?
    Qualcuno è a conoscenza di alternative? Suggerimenti?
    Ringrazio in anticipo.
    Non esistono conferimenti nello studio associato, l'unica forma di differenziazione essendo quella di ripartire gli utili in misura diversa dal 50% ciascuno.

    Il suggerimento migliore che qui si possa dare è quello di rivolgerti ad un consulente della tua zona.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  3. #3
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Io risolverei con un acquisto di clientela da parte tua, per presentarvi alla costituzione con un parco clienti equilibrato.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  4. #4
    LANNA è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    954

    Predefinito

    Negli studi associati la quota di utile viene conteggiata a fine anno o entro la data di elaborazione della dichiarazione dei redditi, non è specificato di che professione tratterà l'associazione e non è detto che tutti i clienti "valgono" allo stesso modo. Per esempio vuoi mettere 100 contabilità semplificate con 100 contabilità ordinarie? Sono sempre 100 clienti, ma non tutti pagano lo stesso perchè il lavoro non è lo stesso.
    Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
    Albert Einstein

  5. #5
    SEPHIROTH è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    33

    Predefinito

    Grazie a tutti per le risposte e per la celerità. Volevo solo fare una precisazione: essendo che lo scopo ultimo in effetti (tra qualche anno) è la rilevazione totale dello studio da parte mia, secondo voi la costituzione nel frattempo di uno studio associato è una complicazione inutile? Sarebbe magari più semplice la cessione nel tempo di pacchetti clienti da individuare volta per volta? Avete altre strade da proporre? Grazie per l'attenzione.

  6. #6
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Visto che l'argomento mi interessa, amplio la discussione.

    Oltre al problema in entrata, dovranno esser poi regolate le situazioni in itinere. Se uno dei due professionisti entra con un fatturato superiore, probabilmente avrà una maggior professionalità o contatti migliori (dato per scontato che una professione si basa in gran parte su rapporti di fiducia, questa può pesare molto più di un master). Quindi, con quale criterio sarà ripartito l'utile di fine anno?
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  7. #7
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SEPHIROTH Visualizza Messaggio
    Grazie a tutti per le risposte e per la celerità. Volevo solo fare una precisazione: essendo che lo scopo ultimo in effetti (tra qualche anno) è la rilevazione totale dello studio da parte mia, secondo voi la costituzione nel frattempo di uno studio associato è una complicazione inutile? Sarebbe magari più semplice la cessione nel tempo di pacchetti clienti da individuare volta per volta? Avete altre strade da proporre? Grazie per l'attenzione.
    Premetto che a me gli studi associati non piacciono, a meno che non si tratti di strategie di mercato concrete (ad esempio la ricerca di clienti di elevate dimensioni), vista la situazione io eviterei di associarvi.

    Fossi in voi valuterei la clientela da acquisire ed i tempi per il passaggio, così da lasciare ad una fine naturale quelle realtà che a breve andranno a sparire, e da acquistare direttamente te le neo-costituite. Nel giro di 2-3 anni tutta la clientela potrà abituarsi al nuovo consulente. Ritengo che i passaggi graduali siano più facili da assorbire da parte di chi entra, da parte di chi esce, e soprattutto da parte di chi è "trasferito".
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  8. #8
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    Visto che l'argomento mi interessa, amplio la discussione.

    Oltre al problema in entrata, dovranno esser poi regolate le situazioni in itinere. Se uno dei due professionisti entra con un fatturato superiore, probabilmente avrà una maggior professionalità o contatti migliori (dato per scontato che una professione si basa in gran parte su rapporti di fiducia, questa può pesare molto più di un master). Quindi, con quale criterio sarà ripartito l'utile di fine anno?
    Gli studi associati che ho prevedono un accordo verbale in base al quale ciascuno si impegna a fornire apporti lavorativi per il 50%.
    Differenti risultati vengono regolati con conguagli interni tra i soci.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  9. #9
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Gli studi associati che ho prevedono un accordo verbale in base al quale ciascuno si impegna a fornire apporti lavorativi per il 50%.
    Differenti risultati vengono regolati con conguagli interni tra i soci.
    Qual'è il mezzo per determinare gli apporti lavorativi? Ore lavorate, pratiche effettuate, fatturato realizzato....
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  10. #10
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    Qual'è il mezzo per determinare gli apporti lavorativi? Ore lavorate, pratiche effettuate, fatturato realizzato....
    In genere il pacchetto clienti.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-02-13, 01:55 PM
  2. Costituzione studio associato
    Di Maverik nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-01-11, 07:23 PM
  3. Costituzione studio associato
    Di Maverik nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-01-11, 12:15 PM
  4. Costituzione studio associato
    Di Maverik nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-11-10, 01:30 PM
  5. Geometra in studio associato deve fare studio di settore
    Di Agenzia Italia 2 snc nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-03-09, 12:14 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15