Il fatto:
Un amministratore di uno stabile di proprietÓ del 'ATER' di Padova ha cambiato SocietÓ di fornitura elettrica (industriale 380 V x ascensori ecc.) nel Febbraio del 2007. I 24 inquilini che si autocestiscono (hanno scelto loro l'amministratore) non sono mai stati informati e dal bilancio x il 2007 risulta una spesa in pi¨ di ca. Euro 1.500,-- rispetto ad anni precedenti.

La DOMANDA principale che si pone est:
L'amministratore ha il diritto di prendere una tale decisione senza chiedere il
consenso degli inquilini ?

Ringrazio per un'informazione in merito.

Forstmeier Raimund