Quesito complicato: un cliente vuole vendere un suolo edificabile, avendo provveduto alla rivalutazione dello stesso. Tale immobile ricade in un piano di lottizzazione, con conseguente obbligo di urbanizzazione. Ha trovato un acquirente "in natura" che eseguendo gli oneri di urbanizzazione avrÓ in permuta alcuni lotti e gliene lascerÓ altri urbanizzati.
Domanda: quando il mio cliente venderÓ i lotti urbanizzati che gli sono rimasti, avrÓ plusvalenza nonostante la rivalutazione effettuata?
Seconda domanda: che valore indicare nella permuta e quali i mezzi di pagamento?