Nel lontano 2002 un mio amico titolare di una tabaccheria, mi chiama x essere aiutato a risolvere un problema legato alla tabaccheria della mamma. Tale problematica nasceva dal fatto che la madre era deceduta e lui non potendo subentrare nell'attività essendo già titolare di identica attività, mi chiedeva se c'era possibilità di trovare un sistema per non perdere la tabaccheria. Sono andato al Monopolio di competenza ed una strada si è trovata, il cugino aveva la possibilità sia perchè aveva il requisito sia perchè c'era un grado di parentela con la defunta, per cui il passaggio fu fatto direttamente al momopolio. Per poter vendere tale attività, si deve necessariamente richiedere all'ufficio Annona l'autorizzazione al commercio "vicinato" , ricevuto il vicinato si procede alla vendita. In questi giorni il cugino per la sua attività libero professionale di geometra, per l'anno 2002 riceve un avviso di accertamento, che gli sta segue il suo commercialista. Il commercialista viene a sapere dall'ADE che il suo cliente ha svolto se pur x pochi mesi un'attività di tabaccheria con immenso stupore. Oggi il geometra mi chiama x sapere come posso aiutarlo, in quanto il suo commercialista si rifiuta di assisterlo. L'agenzia delle entrate è in attesa di un appuntamento x controllare la documentazione contabile che non è mai stata fatta, ne tantomeno la dichiarazione dei redditi fa riferimento a quadri di impresa. Che posso fare x sistemare questa situazione, grazie e scusate se mi sono dilungato