Ho provato a scrivere questo post nell'area lavoro ma non ricevendo alcuna risposta provo ad inserirlo qui considerando che questa è l'area più frequentata....

salve a tutti,

che voi sappiate, un cassiere inquadrato al 3°livello del CCNL settore Cinematografia Esercizi può richiedere una riduzione dell'orario di lavoro?

Leggendo il contratto in esame, nell'articolo 14, sembrerebbe di si....riporto qui di seguito l'estratto:

"Art. 14 - Contratto di lavoro a tempo parziale.

Per lavoro a tempo parziale si intende un rapporto di lavoro prestato ad
orario inferiore rispetto a quello ordinario previsto dal presente
contratto.

È altresì da considerarsi a tempo parziale il rapporto di lavoro che
preveda una prestazione nell'arco della settimana, del mese o dell'anno
ridotta rispetto alla normale durata dell'orario nei suddetti periodi di
riferimento.

L'instaurazione del rapporto a tempo parziale deve risultare da atto
sottoscritto, sul quale sia indicata la durata della prestazione
lavorativa ridotta e le relative modalità.

Il rapporto a tempo parziale è disciplinato secondo i seguenti criteri:

1) possono accedervi nuovi assunti o lavoratori in forza per tutte le
qualifiche e mansioni previste dal presente contratto;
2) volontarietà di entrambe le parti;
3) reversibilità della prestazione da tempo parziale a tempo pieno,
tenuto conto delle esigenze aziendali tecnico-produttive, compatibilmente
con le mansioni svolte o da svolgere ferma restando la reciproca
volontarietà;
4) priorità nel passaggio da tempo pieno a tempo parziale o viceversa
dei lavoratori già in forza, rispetto ad eventuali nuove assunzioni, per
identiche mansioni;
5) possibilità di previsione nell'atto sottoscritto di clausole
elastiche di modifica della durata e della distribuzione dell'orario di
lavoro previo accordo tra gli interessati;
6) possibilità di previsione nell'atto sottoscritto di un termine di
conversione del rapporto da tempo parziale in rapporto a tempo pieno.

Le parti convengono che in presenza di specifiche esigenze organizzative,
è consentita, previo accordo tra gli interessati, la prestazione di lavoro
supplementare rispetto a quello concordato.

Il lavoro supplementare - fatte salve eventuali diverse pattuizioni già
convenute in materia - non potrà superare il 50% dell'orario ridotto
pattuito e verrà compensato con la maggiorazione del 15% per le ore svolte
nel limite delle 40 ore settimanali; per le ore svolte oltre tale limite
verrà riconosciuta una maggiorazione della retribuzione pari a quella
prevista per i lavoratori a tempo pieno in caso di lavoro straordinario.

L'applicabilità delle norme del presente contratto, per quanto compatibile
con il rapporto di lavoro a tempo parziale, avverrà secondo criteri di
proporzionalità alla misura della prestazione lavorativa. Sono pertanto
esclusi oneri aggiuntivi di qualsiasi natura, se non esplicitamente
previsti nel contratto all'atto della sottoscrizione che instaura il
rapporto a tempo parziale".


Ma quando si parla di "tempo parziale", materialmente, a quante ore fa riferimento?

Vi ringrazio e vi mando i miei saluti.