Salve a tutti, vorrei sottoporvi quanto segue:

Ipotesi:

acquisto una casa all’asta con agevolazioni “prima casa” , la abito per 3 mesi e 1 giorno e la rivendo dopo 6 mesi evitando di fatto di pagare la tassa sulla plusvalenza del 20%.

a questo punto dovrei pagare la penale perchè ho venduto la “prima casa” prima dei 5 anni (dovrei quindi pagare il restante 7% delle imposte risparmiate usufruendo dei benefici “prima casa”)

ma...

se riacquisto una nuova “prima casa” entro un anno evito anche di pagare la suddetta penale....

tutto giusto??

Domanda:

qual’è il periodo minimo prima che la “prima casa” possa esser rivenduta ? (ipotizzavo una vendita dopo sei mesi con l’immobile abitato per tre mesi ed un giorno).

Il cambio di residenza è sufficiente per dimostrare che la casa in oggetto è stata abitata dall'acquirente (o si richiedono anche bollette, ecc)?

E’ vero che se sono iscritto all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero), non sussiste l’obbligo di abitare la “prima casa” prima di poterla rivendere (evitando quindi – come detto - l’imposta sul plusvalore)?

Un grazie a chi vorrà rispondermi.