Salve a tutti, avrei bisogno di chiarimenti su una questione relativa ad una successione del 50% di un immobile. Circa 28 anni fa, la contribuente in questione resta vedova, tra l'altro con una gravidanza portata a termine circa un mese dopo il decesso. All'epoca un familiare della contribuente, si interess˛ della pratica di successione. Soltano ora la contribuente, convinta di avere la titolaritÓ al 100% dell'immobile, ha scoperto che all'epoca dei fatti era stata fatta successione solo relativamente alle pratiche Inps per la voltura della pensione del merito deceduto e che quindi la denuncia di successione per il restante 50% che andava diviso con i 2 eredi del de cuius non Ŕ mai stata presentata. Volendo ora rimediare al tutto come procedere???? In che misura determinare le imposte ipotecaria o catastale? Presentando oggi la denuncia con evidente ritardo, per il calcolo di quest'ultime a quale normativa bisogna far riferimento? Quella attuale o quella vigente all'epoca? Ed infine a cosa va incontro per quanto concerne interessi e sanzioni? Sono prescritte? Grazie