Buongiorno a tutti.
chiedo lumi a voi che siete del mestiere.

con quali argomentazioni giuiridiche mio padre (persona fisica, quindi senza p.iva) può valersi di fronte a una fattura che non riporta l'iva già pagata ma un'iva diversa?!

cerco di spiegare meglio:

mio padre sta vendendo, tramite agenzia, un immobile, e vuole ricavarne, di netto, 200. così sono i patti.
per una questione di spese anticipate dall'agenzia (per alcuni lavori, il geometra ecc), l'agenzia gli ha fatto pagare:
6240 + iva (pari a 1310) = 7550 (3% dalla vendita) cui sottrarrebbe (dal totale fattura) il valore di 1361 (non ivato) ed emetterebbe quindi fattura per 6189 di cui l'iva (1074) NON è 1310.

quindi? la differenza sarebbe di 285 di iva che l'agenzia non dichiara.. ovviamente perchè ha sottratto un importo senza iva da un importo con l'iva.

ci sentiamo presi in giro.