Salve a tutti,
un mio cliente attuale mi dice che il 02/07/2009 ha stipulato dal notaio l'atto di acquisto di un fabbricato sfruttando le agevolazioni previste per la prima casa (DPR 131/86); l'atto è stato registrato il 09/07/2009. Ieri è arrivato un avviso di liquidazione dall'Agenzia delle entrate relativo alla decadenza dei benefici previsti dal suddetto decreto perchè non è stato rispettato il termine dei 18 mesi per la variazione di residenza. Ora, si sa che la residenza è stata variata con effetto dal 04/01/2011. Il termine iniziale è quello della stipula o della registrazione dell'atto? Io ho fatto un pò di conteggi e sono arrivata alla conclusione che, se il termine iniziale è la data di stipula, la variazione sarebbe dovuta avvenire entro il 02/01/2011, che però cadeva di domenica, pertanto il 03/01/2011; se il termine iniziale invece è il 09/07/2009, con il 04/01/2011 si era ancora nei termini dei 18 mesi. Nel primo caso, per un solo giorno, l'Agenzia può stabilire la perdita dei benefici fiscali? inoltre, per il calcolo dei 18 mesi in giorni, io ho considerato 365+365/2= 547,5 gg, l'Agenzia invece come calcola questo termine? Cosa consiglio al cliente, pagare o ricorrere? grazie mille a tutti