Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Detrazione IVA CTU

  1. #1
    ARCES è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    30

    Predefinito Detrazione IVA CTU

    salve,
    se il giudice civile ordina o condanna una delle parti al pagamento integrale del compenso al CTU, l'IVA sulla prestazione di quest'ultimo è detraibile?
    grazie

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    A rigore, la fattura va intestata al soggetto a cui è stata fatta la prestazione; ma in genere, i CTU la intestano alla parte condannata al pagamento.
    Di conseguenza, l'Iva è detraibile da chi è stato condannato al pagamento, anche se, a rigore, non potrebbe farlo !
    ciao

    Citazione Originariamente Scritto da ARCES Visualizza Messaggio
    salve,
    se il giudice civile ordina o condanna una delle parti al pagamento integrale del compenso al CTU, l'IVA sulla prestazione di quest'ultimo è detraibile?
    grazie

  3. #3
    sindoni Guest

    Predefinito detrazione iva su fattura c.t.u.

    Citazione Originariamente Scritto da ARCES Visualizza Messaggio
    salve,
    se il giudice civile ordina o condanna una delle parti al pagamento integrale del compenso al CTU, l'IVA sulla prestazione di quest'ultimo è detraibile?
    grazie
    La fattura va intestata al soggetto obbligato al pagamento, come da ordinanza del giudice. Ove per il detto soggetto la prestazione sia inerente all'esercizio dell'attività d'impresa o professionale, io credo che esistano tutti i presupposti per il diritto a portarsi in detrazione l'iva assolta sulle prestazioni di ctu a lui addebitate.
    Caso diverso è quello in cui il soccombente, ossia il soggetto cui è posto l'obbligo di rifondere le spese di giudizio, è soggetto diverso da quello cui il giudice aveva in via provvisoria posto l'obbligo al pagamento della c.t.u.

  4. #4
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sindoni Visualizza Messaggio
    La fattura va intestata al soggetto obbligato al pagamento, come da ordinanza del giudice. Ove per il detto soggetto la prestazione sia inerente all'esercizio dell'attività d'impresa o professionale, io credo che esistano tutti i presupposti per il diritto a portarsi in detrazione l'iva assolta sulle prestazioni di ctu a lui addebitate.
    Caso diverso è quello in cui il soccombente, ossia il soggetto cui è posto l'obbligo di rifondere le spese di giudizio, è soggetto diverso da quello cui il giudice aveva in via provvisoria posto l'obbligo al pagamento della c.t.u.
    Innanzi tutto confermo che il compenso del CTU (incarico che svolgo frequentemente) viene liquidato dal giudice istruttore con proprio decreto, nel quale viene anche precisato chi lo deve pagare (di solito la parte che ha richiesto la CTU).
    Se la parte a carico della quale la CTU viene posta è un soggetto IVA e se la CTU attiene a questioni attinenti all’attività svolta (ad esempio calcolo di provvigioni contestate tra mandante ed agente, entrambi soggetti IVA), ne consegue che l’IVA può essere tranquillamente detratta da chi la paga.
    Molto più interessante invece la questione del pagamento di spese processuali e legali, compresa la CTU già pagata, a carico della parte soccombente in giudizio. Su importanti riviste a diffusione nazionale sono apparsi più volte articoli al riguardo, dalla cui lettura si può dedurre che:
    = il legale della parte vittoriosa emette fattura sempre nei confronti del proprio cliente (art. 18 c.1 dpr 633/72);
    = la parte soccombente rimborsa alla parte vittoriosa tutte le spese processuali da quest’ultima sostenute, ad esclusione dell’IVA nella misura effettivamente recuperata mediante detrazione. Pertanto se la parte vittoriosa è un soggetto IVA che effettua soltanto operazioni esenti, avrà diritto anche al rimborso dell’IVA in quanto rimasta a suo carico per effetto del prorata (oppure rimborso parziale in caso di detrazione parziale);
    = non vi è alcun obbligo della parte vittoriosa di rifatturare le spese processuali nei confronti della parte soccombente in conseguenza del rimborso ricevuto. E’ sufficiente il rilascio di una semplice quietanza.
    Tali principi sono stati confermati anche da alcune sentenze della Cassazione, che tralascio di citare.
    Ciao

  5. #5
    sindoni Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Innanzi tutto confermo che il compenso del CTU (incarico che svolgo frequentemente) viene liquidato dal giudice istruttore con proprio decreto, nel quale viene anche precisato chi lo deve pagare (di solito la parte che ha richiesto la CTU).
    Se la parte a carico della quale la CTU viene posta è un soggetto IVA e se la CTU attiene a questioni attinenti all’attività svolta (ad esempio calcolo di provvigioni contestate tra mandante ed agente, entrambi soggetti IVA), ne consegue che l’IVA può essere tranquillamente detratta da chi la paga.
    Molto più interessante invece la questione del pagamento di spese processuali e legali, compresa la CTU già pagata, a carico della parte soccombente in giudizio. Su importanti riviste a diffusione nazionale sono apparsi più volte articoli al riguardo, dalla cui lettura si può dedurre che:
    = il legale della parte vittoriosa emette fattura sempre nei confronti del proprio cliente (art. 18 c.1 dpr 633/72);
    = la parte soccombente rimborsa alla parte vittoriosa tutte le spese processuali da quest’ultima sostenute, ad esclusione dell’IVA nella misura effettivamente recuperata mediante detrazione. Pertanto se la parte vittoriosa è un soggetto IVA che effettua soltanto operazioni esenti, avrà diritto anche al rimborso dell’IVA in quanto rimasta a suo carico per effetto del prorata (oppure rimborso parziale in caso di detrazione parziale);
    = non vi è alcun obbligo della parte vittoriosa di rifatturare le spese processuali nei confronti della parte soccombente in conseguenza del rimborso ricevuto. E’ sufficiente il rilascio di una semplice quietanza.
    Tali principi sono stati confermati anche da alcune sentenze della Cassazione, che tralascio di citare.
    Ciao



    appunto… la parte soccombente non detrae mai l'iva quand'anche rimborsata a soggetto che non ha titolo ad esercitare la detrazione dell'imposta ed in ogni caso anche perché il pagamento dell'Iva avviene non a titolo di rivalsa, ma a titolo di condanna, quindi senza possibilità di detrazione, ai sensi dell'articolo 19 del Dpr n. 633/72… L'importo eventualmente chiamato a rifondere per iva verrebbe considerato costo d'esercizio, unitamente agli altri importi…
    ;-)
    Ciao

  6. #6
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito rifusione spese

    In questo link http://www.commercialistatelematico....vati/spese.htm
    trovate un mio articolo (vecchio ma ancora valido) relativo al discorso della rifusione delle spese del giudizio.
    ARCES non chiedeva di sapere questo, per cui avevo pensato di non citarlo, ma visto che se ne è parlato .....

    ciao

  7. #7
    bazzus è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    1

    Predefinito rifusione spese

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Innanzi tutto confermo che il compenso del CTU (incarico che svolgo frequentemente) viene liquidato dal giudice istruttore con proprio decreto, nel quale viene anche precisato chi lo deve pagare (di solito la parte che ha richiesto la CTU).
    Se la parte a carico della quale la CTU viene posta è un soggetto IVA e se la CTU attiene a questioni attinenti all’attività svolta (ad esempio calcolo di provvigioni contestate tra mandante ed agente, entrambi soggetti IVA), ne consegue che l’IVA può essere tranquillamente detratta da chi la paga.
    Molto più interessante invece la questione del pagamento di spese processuali e legali, compresa la CTU già pagata, a carico della parte soccombente in giudizio. Su importanti riviste a diffusione nazionale sono apparsi più volte articoli al riguardo, dalla cui lettura si può dedurre che:
    = il legale della parte vittoriosa emette fattura sempre nei confronti del proprio cliente (art. 18 c.1 dpr 633/72);
    = la parte soccombente rimborsa alla parte vittoriosa tutte le spese processuali da quest’ultima sostenute, ad esclusione dell’IVA nella misura effettivamente recuperata mediante detrazione. Pertanto se la parte vittoriosa è un soggetto IVA che effettua soltanto operazioni esenti, avrà diritto anche al rimborso dell’IVA in quanto rimasta a suo carico per effetto del prorata (oppure rimborso parziale in caso di detrazione parziale);
    = non vi è alcun obbligo della parte vittoriosa di rifatturare le spese processuali nei confronti della parte soccombente in conseguenza del rimborso ricevuto. E’ sufficiente il rilascio di una semplice quietanza.
    Tali principi sono stati confermati anche da alcune sentenze della Cassazione, che tralascio di citare.
    Ciao
    ho un ulteriore dubbio da chiederti: la parte vittoriosa ha saldato sia CTU che ovviamente il suo legale (compenso più Cassa, iva e ritenute), il giudice condanna la parte perdente al rimborso di tale spese. la parte vincente si è portata in detrazione l'iva e ha versato le ritenute. il perdente può richiedere al vincente l'emissione di una fattura per il rimborso dell'iva? il vincente in questo come si dovrebbe comportare?

  8. #8
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,575

    Predefinito

    Scusandomi per l'autoreferenzialità c'è anche questo articolo sul sito del C.T. in area riservata agli abbonati.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. Detrazione 55% e IVA - help
    Di francesco_lc nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 13-11-12, 09:14 AM
  2. detrazione 50%
    Di alexpier nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-09-12, 02:42 PM
  3. detrazione 36%
    Di marius_77 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-03-12, 01:30 PM
  4. Detrazione del 55%
    Di ros nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-05-10, 06:10 PM
  5. Detrazione 36%
    Di sifabbroni nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-03-08, 11:50 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15