Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: nuovo studio professionale

  1. #1
    ZLATAN72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    LECCE
    Messaggi
    425

    Predefinito nuovo studio professionale

    Avrei bisogno di alcuni consigli da parte di professionisti che hanno aaffrontato il seguente problema: dopo un pò di anni di lavoro in uno studio professionale ho deciso di lasciarlo e di iniziare una collaborazione con un neo commercialista ed alcuni clienti dello studio hanno espresso la volontà di essere seguiti da me. IL problema è che io nonostante abbia superato l'esame da Cdl dal 1997 oggi non posso essere iscritto all'ordine . In conclusione in che modo potrebbe configurarsi uno studio associato tra me ed il commercialista?

  2. #2
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    società di elaborazione dati, non puoi aprire uno studio associato con un non iscritto all'ordine

  3. #3
    ZLATAN72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    LECCE
    Messaggi
    425

    Predefinito

    Nello studio in cui ora lavoro, mi occupo di contabilità semplificate, ordinarie, dichiarazioni redditi iva, irap e ici/imu.
    Quindi tutte queste attività potrei tranquillamente esercitarle aprendo la partita iva col codice 692013. Ora chiedo potrei tranquillamente avvalermi di una collaborazione con un ragioniere commercialista regolarmente iscritto all'albo il quale mi fatturerebbe le sue prestazioni professionali ? Ovviamente se vi fossero delle prestazioni riservate esclusivamente al ragioniere commercialista quest'ultime verrebbero fatturate direttamente dallo stesso commercialista al cliente .
    Vi risultano delle controindicazioni se lo studio venisse gestito come sopra ?

  4. #4
    paolab è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    3,911

    Predefinito

    E' possibile costituire uno studio associato tra un commercialista ed un consulente del lavoro.
    Ma ormai, visto che ora è' possibile, consiglio di utilizzare la società tra professionisti
    Puoi trovare utilissimi spunti alla pagina Societ tra professionisti

  5. #5
    ZLATAN72 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    LECCE
    Messaggi
    425

    Predefinito

    Ma il mio problema è che non sono un professionista iscritto ad un albo. Quindi è fattibile instaurare una specie di studio associato così come lo prospettato nel precedente post ? O in alternativa è fattibile la costituzione di STP in forma di società semplice tra me (che non sono professionista con albo) e il ragioniere commercialista per lo svolgimento di tutte le attività tributarie con codice attività 692013 (ovviamente la stp non verrebbe iscritta all'ordine ) ?

  6. #6
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    srl o snc di elaborazione dati con te come amministratore unico e socio lavoratore, il professionista mantiene la sua p.iva e fattura ai clienti le prestazioni che la professione gli riserva, le altre le fattura la società. il professionista invece fattura alla società il proprio lavoro.

  7. #7
    paolab è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    3,911

    Predefinito

    Continuo a suggerirti la nuova società tra professionisti, in forma di srl.
    E chiudere le posizioni iva personali

  8. #8
    frank100 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    13

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZLATAN72 Visualizza Messaggio
    Nello studio in cui ora lavoro, mi occupo di contabilità semplificate, ordinarie, dichiarazioni redditi iva, irap e ici/imu.
    Quindi tutte queste attività potrei tranquillamente esercitarle aprendo la partita iva col codice 692013. Ora chiedo potrei tranquillamente avvalermi di una collaborazione con un ragioniere commercialista regolarmente iscritto all'albo il quale mi fatturerebbe le sue prestazioni professionali ? Ovviamente se vi fossero delle prestazioni riservate esclusivamente al ragioniere commercialista quest'ultime verrebbero fatturate direttamente dallo stesso commercialista al cliente .
    Vi risultano delle controindicazioni se lo studio venisse gestito come sopra ?
    mi associo anch'io a questa domanda, in particolare si può costituire una società tra professionisti in cui vi è un commercialista ed un altro professionista non iscritto all'albo che attualmente dispone di un ced al fine di abbracciare anche quelle attività che non può svolgere come la consulenza del lavoro? inoltre vorrei sapere se vi sono alternative alla stp ma che costituiscano di fatto una soluzione a quanto da me premesso, come ad asempio l'associazione in partecipazione.

Discussioni Simili

  1. Studio Professionale
    Di claudiopezzi nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-04-12, 11:09 PM
  2. l.407/90 per studio professionale
    Di dotcom nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-07-10, 10:31 AM
  3. assunzione in uno studio professionale
    Di monyd nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-03-10, 08:46 AM
  4. Collaborazione studio professionale
    Di bibopm nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 07-07-09, 11:32 AM
  5. Studio Professionale
    Di Fernanda nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-02-07, 09:55 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15